DAL MONDO, Desk news, NOTIZIE IN EVIDENZA
comments 3

Aids: il virus dell’HIV non si trasmette più

Aids: trattamento del virus dell'HIV
Condividi l'articolo che stai leggendo

Rivoluzione! Esiste una cura per il virus dell’HIV!

DW – Roma. In questi giorni un importante studio europeo sull’HIV e l’Aids pubblicato sulla rivista scientifica Lancet ha confermato che i pazienti sieropositivi trattati con la cosiddetta terapia antiretrovirale soppressiva non sono contagiosi. Grazie alla cura, non infettano il loro partner perché la quantità di virus nel corpo si abbassa a tal punto, da non poter essere trasmessa.

Questa scoperta potrebbe rappresentare la fine di un’era di terrore dell’Aids durata quasi quarant’anni.

Sì, perché proprio il 1981, 38 anni fa, fu l’anno in cui, per la prima volta, un decesso fu collegato all’Aids nel Regno Unito. Da allora, i media per anni non fecero altro che parlare della questione, descrivendola come la nuova condizione patologica misteriosa.

Il virus, si scoprì nel 1983, era quello dell’HIV.  E l’Aids, o sindrome da immunodeficienza acquisita, era nota ai tempo come deficienza immunitaria correlata all’omosessualità

A metà degli anni Ottanta l’Aids era il Male, motivo di terrore per gran parte della popolazione di America e Europa. Le organizzazioni di sensibilizzazione inviavano nelle case dei cittadini volantini che intimavano ‘Do not aid Aids’, ‘Non morire di ignoranza, curati, previeni’. La discriminazione nei confronti degli affetti dal virus era all’ordine del giorno.

Nel 1991 un’altra batosta: anche Freddie Mercury era morto di polmonite legata all’Aids. “L’aggiunta di Mercury allo squallido elenco delle vittime dell’Aids conclude un capitolo della musica rock”. Così The Guardian intitolava un suo pezzo.

I ricercatori si misero seriamente all’opera: era necessario trovare una cura. Nel 1995 fu introdotto un nuovo trattamento basato su una combinazione di farmaci: l’Haart, una terapia antiretrovirale altamente attiva, che contribuì a ridurre significativamente il tasso di mortalità una volta reso ampiamente disponibile.

Gli sviluppi medici continuarono, ma si dovette arrivare al 2008 per capire che l’infezione da HIV poteva essere curata attraverso un trapianto di cellule staminali di midollo osseo. 

Nel 2012, 7 anni fa, fu distribuito negli Stati Uniti il primo farmaco per prevenire la contrazione dell’HIV: la prima grande rivoluzione in questo senso. La profilassi pre-esposizione (PrEP) bandiva finalmente la paura del contagio. Nel 2017 è stato introdotto in Scozia ma non in altri paesi europei. Sempre nel 2017, i sieropositivi nel mondo erano 40 milioni. Di questi, solo il 59% rientrava in programmi medici antiretrovirali.

Lo studio del Lancet, invece, ci dice che non è più necessario avere paura. La ricerca, il cui team è stato guidato dal docente di malattie infettive dell’University College of London Alis Rodger, ha monitorato per 8 anni 972 coppie in cui uno dei due partner era affetto dal virus ma si sottoponeva regolarmente a una terapia antivirale, senza risultare contagioso.

La notizia non solo ci rassicura, ma rivoluziona il nostro futuro: se tutte le persone sieropositive cominciassero a seguire queste cure, non ci sarebbero più infezioni e il virus potrebbe essere debellato definitivamente. E con il virus, anche tutta la discriminazione subita per decenni dalle persone sieropositive.

3 Comments

  1. Avatar

    Please let me know if you’re looking for a author for your weblog. You have some really good posts and I think I would be a good asset. If you ever want to take some of the load off, I’d really like to write some articles for your blog in exchange for a link back to mine. Please send me an e-mail if interested. Thanks!

  2. Avatar
    JANE JOHNSON says

    DALL’HIV POSITIVO AL NEGATIVO CON L’AIUTO DEL DR. AHMED USMAN HERBAL MEDICNE.
    ottenere una cura per l’HIV è un concetto potente, spesso definito come il Santo Graal della ricerca sull’HIV. Il mio nome è Jane Johnson il mio risultato del test dell’HIV era posturale e mi ha davvero spezzato il cuore, ero confuso e triste, ho iniziato a bere, fumare per la solitudine per quasi 2 mesi. Il mio medico mi consigliò di iniziare a prendere i miei farmaci ARV per sedurre il virus quasi sempre volte mi ammalo, perché il mio sistema immunitario è debole. Quando ricordo che non esiste alcuna cura per l’HIV, ho iniziato a prendere i miei ARV, il mio CD4 era 77 e il carico virale ‘era 112, 450.
    Ma oggi sto lasciando una testimonianza alla mia famiglia e ai miei amici che esiste una cura per l’HIV con l’aiuto della fitoterapia, spero con le conoscenze e le capacità che il Dr. Ahmed Usman può sradicare il virus dell’HIV, trasformando anche la vita di quelli che ora vivono con il virus, con l’aiuto della medicina erboristica Dr. Ahmed Usman.
    Data l’efficacia di questo farmaco sia nel trattamento che nella prevenzione dell’infezione da HIV, dirò a tutti coloro che leggeranno questo, che ne sono testimone vivente. A differenza dei truffatori e degli scammer online che ti giocano e ti lasciano frustrati dalla perdita di denaro e dalla speranza, questo farmaco costa meno e vale la pena provarlo.
    Se sei interessato a guarire dalla tua stessa malattia, contatta il Dr. Ahmed Usman.
    Di seguito è riportato il collegamento di comunicazione del medico che ha la nuova medicina che ho preso che mi ha guarito.
    Dr Ahmed Usman
    E-mail: (drahmedusman123@gmail.com). Chiama o Whatsapp su: +2348064460510
    Le sue cure di erboristeria; Cancro, tifo, mestruazioni dolorose, herpes e malattie vertebrali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *