All posts filed under: ATTUALITA’

Le ultime dall’Italia e dai Paesi dove i nostri corrispondenti possono inviare le loro news

fase 2 cosa prevede

Fase 2 coronavirus cosa prevede

Dopo la conferenza stampa di Conte, c’è il nuovo decreto La fotografia dell’Italia di oggi stà nei commenti che si vedono mentre il Presidente del consiglio Conte parla. Arrivato un nuovo decreto e i punti da discutere son tanti, le varie categorie di lavori autonomi son li ad ascoltare, col battito a mille cercando nelle parole di quell’uomo cosa si potrà fare o no da giorno 4. Nella fase due è facile che i contagi risalgano, questo è stato detto a chiare lettere dal presidente Conte. Ciò significa massima attenzione. Distanziamento sociale, questo rimane per tutta la fase di convivenza col virus Rimane l’obbligo di non spostarsi da regione a regione Nella stessa regione ci si potrà spostare solo per esigenze lavorative, motivi di salute o per andare a trovare i propri congiunti Parchi e ville aperte ma questa decisione verrà vagliata da comune a comune Ci si potrà allontanare da casa per fare sport mantenendo le dovute distanze Consentite le sessioni di allenamento INDIVIDUALE Le cerimonie funebri possono essere effettuate con un massimo di …

25 aprile

25 aprile, ieri e oggi

Tanti anni fa, il 25 Aprile del 1945, Il nostro Paese è stata liberato dall’oppressione nazi-fascista, sotto cui si trovava da tantissimo tempo. Uomini e donne che avevano un’unica speranza, la libertà, hanno combattuto e in molti casi hanno perso la vita o sono stati feriti. Hanno fatto la Resistenza, questi uomini e donne si chiamavano partigiani. Altri popoli ci hanno aiutato perché l’oppressione non riguardava solo l’Italia ma anche altre nazioni e continenti. Il 25 aprile 1945 i tedeschi e i fascisti furono sconfitti. Fu un momento di grande gioia, perché finì la guerra, che costò tanti morti a tutte le famiglie, e l’Italia tornò libera. Perciò ogni anno il 25 aprile facciamo festa: per ricordare da dove viene la libertà del nostro popolo. Tante sono le storie che raccontano di questo momento, qui le storie di alcune donne che hanno lottato per la libertà Maestra, Laura Seghettini nel 1943 si unisce alle brigate partigiane e nel 1944 né assume la carica di vicecommissario di brigata, sarà lei a guidare i partigiana nella sua …

distillerie

Distillerie di whisky stanno ora facendo disinfettante per le mani per aiutare a combattere Coronavirus

Le distillerie Bourbon in tutto lo stato americano del Kentucky si discostano dalla loro normale produzione di whisky. Stanno producendo migliaia di bottiglie di disinfettante per le mani di cui c’è bisogno. A causa della somiglianza del processo di produzione e dei componenti elementali, le distillerie sono state in grado di spostare la loro produzione con relativa facilità, poiché le attrezzature di protezione personale e altri prodotti sanitari sono ancora pericolosamente scarsi. Il disinfettante viene fornito direttamente ai primi soccorritori, alle forze di polizia, alle strutture di assistenza ospizio e agli ospedali. Ci sono stati alcuni ostacoli, tuttavia. Anche se l’alcol è un ingrediente primario sia nel disinfettante per le mani che nel bourbon, l’esatta composizione dell’alcol è leggermente diversa. Disinfettante normale ha una percentuale di alcol notevolmente più alta, uno che non è adatto per il consumo noto come alcol denaturato. Una distilleria produce in genere solo alcool non denaturato, in quanto questo è il tipo utilizzato nel whisky. Quando una distilleria utilizza la forma non denaturata per produrre il disinfettante, come fanno ancora …

immuni

Fase 2: app “Immuni” al posto delle autocertificazioni

Immuni sarà la fine della privacy? di Anna Lisa Maugeri Il Covid-19 farà i conti con una app dal nome eloquente: Immuni. Il virus devastante che sta mettendo in ginocchio sanità ed economia di tutti i paesi sviluppati del mondo, dopo aver raggiunto l’apice in Italia fra contagi e numero di morti, ora cammina sulle gambe degli insospettabili: gli asintomatici. Sono proprio coloro che non presentano sintomi evidenti, malgrado abbiano contratto il virus, ad essere il veicolo assoluto del Covid-19, inconsapevolmente pericolosi per la sicurezza pubblica e per la salute di milioni di persone. Il Governo Conte contrattacca affidandosi alla tecnologia. In un momento nel quale diversi esperti dubitano sull’efficacia dei tamponi che, anche quando si potessero ritenere affidabili al 100%, richiedono tempi lunghi per le analisi da parte dei pochi laboratori che li esaminano, “laboratori quasi mai pubblici” come afferma lo stesso commissario Arcuri, reagenti e tamponi non sono sufficienti per sottoporre tutta la popolazione italiana in massa al test, impedendo ad oggi di mappare seriamente il territorio nazionale per analizzare dati ed elaborare …

fabio maggiore intervista

Fabio Maggiore, intervista ad un esperto di economia

Fabio Maggiore è un giovane economista siciliano nato a Palermo nel 1986, autore della tesi più letta d’Italia da titolo “Signoraggio bancario e Sovranità monetaria”. Blogger conosciuto nella rete per la sua costante opera di divulgazione, studioso e sostenitore delle monete complementari tra cui la Moneta del Grano promossa dall’Associazione Progetto Sicilia. Qui la sua intervista POTETE ISCRIVERVI AL NOSTRO CANALE DAILYWORKER SU YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UC1CnK4xAh9201a0m5Qhx-Dw

mes o eurobond

MES O EUROBOND: L’EUROPA AL BIVIO DI FRONTE ALL’EMERGENZA SANITARIA

Diatriba politica su chi ha firmato il Mes. Conte prende tempo e rilancia l’esigenza di ricorrere a Eurobond Dall’emergenza sanitaria a quella economica. Non siamo ancora arrivati alla “fase 2” dell’emergenza coronavirus in Italia, il numero di morti ogni giorno continua ad essere alto anche se in calo, e intanto i toni politici iniziano ad inasprirsi e si sono riaperti gli attacchi tra maggioranza e opposizione. In particolare, il tema del dibattito oggi è il Mes, Meccanismo europeo di stabilità, conosciuto in Italia come “Fondo salva Stati” a cui sono legate le sorti della nostra economia. Dopo oltre un mese di isolamento e di lockdown, peraltro non ancora concluso, si iniziano a fare le stime dei danni al tessuto economico e sociale del Paese. Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha presentato pochi giorni fa un “decreto liquidità” che contiene misure importanti per elargire prestiti alle aziende che in queste settimane hanno dovuto chiudere i battenti sospendere la produzione, con ingenti danni economici. La ripresa sarà graduale e difficile per tutti. Per questo sono state …

m.e.s accordo

L’EUROGRUPPO HA DECISO, MES TROVATO L’ACCORDO

Nella riunione dell’Eurogruppo tenuta nella serata di giovedì 09 aprile, l’Eurogruppo, i ministri economici dell’eurozona hanno trovato un accordo sulle misure da adottare per affrontare la crisi economica provocata dalla pandemia da coronavirus: fra i punti principali è stato deciso il ricorso al fondo salva-stati, il M.E.S., che renderà disponibili 240 miliardi di euro da prestare agli stati europei a condizioni più favorevoli di quelle previste attualmente. L’accordo è stato trovato dopo una riunione durata svariate ore il giorno 07 aprile, ripresa poi nel tardo pomeriggio del 09 e conclusasi nella serata dello stesso giorno. La decisione dell’Eurogruppo che sarà accolta da tutti i governi dell’Unione Europea era molto attesa, soprattutto dall’Italia, che dovrebbe ottenere una parte consistente degli aiuti decisi stasera e prevede tre misure: una cassa integrazione europea con disponibilità fino a 100 miliardi di euro, un fondo speciale della BEI, Banca europea degli investimenti, da 200 miliardi di euro, e la linea di credito del MES da 240 miliardi da usarsi solo ed esclusivamente per la sanità o danni diretti o indiretti …

coronavirus sicilia

SICILIA E COVID-19: FRA CONTAGI E STIME DEL DANNO ECONOMICO

Mentre il sindaco De Luca cede al Governo Anche la Sicilia combatte la sua battaglia contro il Covid-19, il riscontro positivo arriva dal calo del numero di contagi registrato sull’isola, dove si contano dall’inizio dell’epidemia ad oggi (9 aprile) 2.097 persone risultate positive al Covid-19 su 24.857 tamponi effettuati. Un dato confortante che premia la condotta responsabile degli abitanti dell’isola, malgrado i momenti di grande apprensione suscitata dal rientro in massa a più riprese di un vero e proprio esercito di siciliani di ritorno dalle regioni del nord Italia verso la Sicilia. Un “controesodo”, come lo ha definito il Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, dovuto soprattutto alla chiusura di università, uffici, fabbriche e aziende che hanno fatto “mal pensare” a studenti e lavoratori fuori sede di rientrare nelle proprie regioni d’origine non appena era iniziata a circolare la notizia delle prime misure e restrizioni a livello nazionale con lo scopo di limitare gli spostamenti degli italiani, specie dalle zone rosse verso altre zone d’Italia, per evitare il diffondersi del contagio. Il panico, invece, ha …

coronavirus edicole

Edicolanti al tempo del coronavirus, tra entusiasmi e paura

Le edicole sono state considerate dal consiglio dei ministri come un servizio essenziale per la comunità Il coronavirus non ferma l’informazione. Il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha definito le edicole un servizio essenziale per la comunità, al pari delle farmacie e dei supermercati, consentendo agli edicolanti di svolgere la loro normale attività. Una decisione che ha generato entusiasmo tra chi svolge questa professione da anni o da qualche mese, ma anche paura e perplessità, dal momento che questa categoria di commercianti continua a lavorare, spesso, senza le adeguate misure di prevenzione del contagio. Gli edicolanti, infatti, sono esposti in prima linea in questo periodo di emergenza e, per quante precauzioni possano prendere, non sono certo immuni dal Covid-19. Nelle scorse settimane sono stati molti gli edicolanti in tutta Italia, anche se principalmente nelle zone rosse, che sono risultati positivi al tampone. Le paure, quindi, sono molte e alcuni hanno deciso di chiudere, sia per il timore del contagio che per le spese diventate ormai insostenibili in conseguenza del drastico calo delle vendite. Edicole aperte: …