Author: Anna Lisa Maugeri

Violenza sulle donne: quella psicologica lascia i segni più profondi

DW-Italia.Pochi giorni ancora e torneranno gli spot televisivi di comunicazione sociale in vista del 25 Novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, così come anche le campagne e le manifestazioni pubbliche, i flash mob, la messa in onda di film che raccontano storie di violenza sulle donne e i programmi televisivi con ampi spazi dedicati per approfondire il tema. Basterebbe la cronaca nera per comprendere l’entità del problema sociale e umano più antico del mondo, ma che solo da qualche decennio finalmente è riconosciuto universalmente Dati INSTAT 2019 Gli ultimi dati ISTAT rivelano che in Italia, in una fascia di età compresa tra i 16 ai 70 anni, circa 7 milioni di donne hanno subito violenza di genere almeno una volta nella loro vita. Il 20,2% di esse ha subito violenza fisica, il 21% violenza sessuale e il 5,4% è stata vittima di stupro e di tentato stupro. Se in molti casi a perpetrare tali violenze sono i compagni attuali, la percentuale sale per i casi in cui è l’ex compagno a usare violenza …

Venezia: la marea si ritira, danni e disagi restano

DW-Italia.Ancora emergenza acqua alta a Venezia, anche se la marea comincia a ritirarsi dopo aver raggiunto i 150 centimetri, non confermando fortunatamente le previsioni, infatti per le 12:30 di oggi (17 novembre) ci si aspettava che il picco raggiungesse i 160 centimetri. Mentre il mare avanzava, il cielo dà una mano, nel vero senso della parola: un temporale al largo della costa veneta ha fatto da barriera contrastando la forza del vento e dando meno forza al flusso della marea. Malgrado ciò, si prevede che una situazione in lieve miglioramento solo da martedì. Mentre il governo stanzia 20 milioni di euro per far fronte all’emergenza e dichiara che saranno sospesi per un anno i pagamenti dei mutui, continuano a lavorare gli uomini e le donne della Protezione Civile, Venezia tutta si rimbocca le maniche, alza la testa e protegge come può le proprie case e i propri negozi. Conte rassicura attraverso la sua pagina Facebook “Azioni concrete per Venezia e i veneziani. Abbiamo provveduto anche per Alessandria, duramente colpita nei giorni scorsi da un’ondata di …

Intervista a Stefano Pietta

Stefano Pietta ha 35 anni, un bel viso e un sorriso che ti abbraccia. Ha tante passioni: la scrittura, il giornalismo, lo sport, il calcio, la sua Inter e il volontariato presso la Croce Rossa. E poi, c’è la passione per la musica e, soprattutto, per la radio. Lo conosco per caso, scambiamo due chiacchiere, il feeling è immediato e decido subito: Io, Stefano lo voglio intervistare! E sarà un’intervista telefonica, perché Stefano ci sa fare, è uno speaker radiofonico, è la voce di STERADIODJ. http://www.steradiodj.it/ Eccomi, impacciata, col cuore che va a mille, la voce che va via quando non dovrebbe, perché io sono quella delle parole scritte, quella che ha il vantaggio di essere altrove quando qualcuno le leggerà, e quel qualcuno non vedrà mai la mia faccia arrossire e la timidezza prendere il sopravvento. Ed ecco Stefano, lui per indole ha una grande capacità comunicativa, sembra fatto apposta proprio per le parole dette, come per le interviste ( lui che le interviste telefoniche le fa da professionista). Va come un treno, sicuro …

Gaming Disorder: la dipendenza da videogiochi è una malattia

Si chiama “Gaming Disorder” ed è una vera e propria dipendenza da videogiochi, una condizione patologica inserita dall’ OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) nell’International Statistical Classification of Diseases and Related Health Problems, aggiornando l’elenco delle malattie. L’ossessione e la dipendenza da videogiochi, secondo gli esperti, perché sia considerata tale deve essere continuativa per un arco di tempo di dodici mesi. La persona affetta da tale patologia mette al primo posto il gioco, trascurando le attività quotidiane, lo studio, il lavoro e persino gli affetti familiari. È importante dare un nome specifico e un’identità alla patologia, oltre ad inserirla nell’elenco delle malattie, soprattutto per dettare delle linee guida al fine di riconoscerne i sintomi e fornire le informazioni e gli strumenti necessari agli operatori sanitari per diagnosticare la dipendenza e intervenire nella maniera più opportuna. Il gioco e il mondo virtuale diventano per il giocatore un luogo confortevole nel quale dissipare le frustrazioni e le difficoltà relazionali ed emotive, oltre a trovare in esso gratificazione. Quello della dipendenza da videogioco è un problema serio e reale, …

Ilva Conte

ILVA:Conte incontra Taranto: “Situazione di emergenza”

È una brutta favola, un racconto terribilmente semplice DW-Roma.Il Presidente Conte parla ai giornalisti che lo attendono dopo l’incontro con un’intera comunità, quella di Taranto, in fermento dopo l’abbandono del gruppo indiano Arcelor Mittal, con il quale sembra che il governo non abbia più intenzione di scendere a compromessi dopo l’ultima “delusione”. Mentre da Roma Luigi Di Maio insiste sulla priorità di far rispettare i punti del contratto firmato dal gruppo indiano, fuori dallo stabilimento siderurgico di Taranto, lavoratori, cittadini e ambientalisti, incontrano Conte tra tensioni e domande, mondi opposti che esigono soluzioni e risposte chiare. Il premier Conte risponde alle domande dei giornalisti “E’ una comunità ferita”, dice il Presidente Conte, “ho guardato la rabbia in faccia. Qui si è sviluppata una tragedia ambientale e sociale nel corso del tempo. Bisogna ripartire. Dobbiamo offrire un’occasione di riscatto e dobbiamo farlo non solo come governo, ma come “sistema Italia”. Sullo scudo penale non rispondo più. Ciò che mi ha colpito è il ricatto del diritto alla salute e il diritto al lavoro. Qui i lavoratori …

Intervista a I LUNATICI–Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio

DW-ROMA.Il sole tramonta, la sera accompagna per mano la notte che verrà, le fa largo nei vicoli, dal centro alle periferie, sui tetti delle case e nelle strade, nelle piazze fra la gente. Mentre per molti è un giorno che si conclude, per altri è l’ora della partenza, del viaggio nuovo, della divisa da indossare insieme al proprio coraggio, delle corsie bianche d’ospedale con le sale d’attesa e di preghiere. È l’ora delle mani che danno forma al pane e del forno caldo che ne sparge i profumi. È l’ora degli insonni, degli ostinati risolutori (per virtù o necessità) di problemi ordinari e straordinari, dei romantici e dei poeti, degli artisti e dei cuori appena spezzati. È l’ora dei chilometri da percorrere, delle luci accese degli autogrill che ti accolgono nel nulla della notte, dei moli affacciati sul mare, per salpare, attraccare o vegliare; è l’ora dei freni del treno che stridono più forte sulle rotaie nelle stazioni apparentemente vuote. È l’ora del bacio sulla fronte e del “io vado, a domattina”. La notte si …

Allarme del Bambin Gesù: autolesionismo in aumento fra gli adolescenti

Dw-Italia.Per Ana tagliarsi era come liberare il dolore che sentiva dentro, lasciarlo andare via. Erica non sentiva nulla, nessun sentimento, oltre ai tagli sulla sua pelle, mortificava tutto il suo corpo attraverso il rifiuto del cibo. Alessandro voleva annullarsi, le docce sempre più bollenti fino a collassare, vittima di sé stesso, dice lui stesso oggi. Sono le storie raccontate nel documentario sull’autolesionismo prodotto da Darallouche Film per Discovery Italia e scritto da Stefano Pistolini, Daniele Autieri e Giuseppe Scarpa, dal titolo “Tagli”. È l’Ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma a lanciare l’allarme. Mentre nel 2013 erano stati solo 12 in un anno i casi di ragazzi arrivati nel presidio ospedaliero per autolesionismo, ideazione e comportamento suicidario, nel 2018 i casi registrati sono stati 270 in un solo anno. Un dato allarmante confermato dagli ultimi dati ISTAT che registrano un calo dei suicidi dal 1995 al 2017, ma un aumento dei casi di autolesionismo fra gli adolescenti. L’autolesionismo è il sintomo di un disturbo mentale. In Italia a soffrire di disturbi mentali sono il 16% degli …

Inclusive design: parchi inclusivi per tutti i bambini

DW-ROMA.L’Inclusive design, o universal design, è la metodologia di progettazione fondamentale per realizzare ambienti, edifici o prodotti usufruibili da tutti, senza barriere che ne limitino l’utilizzo e la vivibilità da parte di persone con disabilità fisiche o sensoriali e non. Progettare senza barriere architettoniche e con l’obiettivo di “includere” non significa affatto realizzare spazi pubblici o privati rivolti solo alle esigenze di coloro che vivono una disabilità, cosa che di per sé significherebbe creare ulteriori discriminazioni e differenziare diverse aree pubbliche in base agli utenti e alle loro condizioni di salute; al contrario l’inclusive design si propone come obbiettivo quello di progettare per tutti, per unire e abbattere anche le barriere culturali oltre a quelle architettoniche. Fra tutti i luoghi pubblici dove possiamo ritenere indispensabile la progettazione secondo la metodologia dell’inclusive design, ce n’è uno che subisce particolarmente e in maniera imperdonabile la mancanza di attenzione da parte dei comuni e delle loro amministrazioni: i parchi pubblici con le loro aree gioco. Scivoli, altalene, cavallucci a dondolo su molle, sono indubbiamente giochi non adatti a …

Iacopo Melio

Intervista a Iacopo Melio

Chi è Iacopo Melio Dw-Roma.L’esistenza: se ci venisse consegnato in bianco e nero, in sintesi, un bugiardino per spiegarcela, nell’esatto istante in cui ci chiediamo per la prima volta perché e per cosa siamo qui, adesso, chiamati ad esistere, risparmieremmo tempo e fatica. E invece è tutto da scoprire, e alla fine ti rendi conto che è la salvezza, è questo il senso banale e profondo allo stesso tempo: doverla vivere tutta, fino infondo questa vita, per scriverne la trama. Non sarà mai per tutti una storia uguale alle altre, la propria vita. Non saremo mai fatti in sembianze, pensiero, anime e intelletto uguali a qualcun’altro. Siamo unici, ognuno con le proprie abilità e disabilità, perché in tutti noi c’è un po’ dell’una e dell’altra, sempre. La disabilità, concretamente, non è che la mancanza degli strumenti necessari che ti permettono di fare una determinata cosa. Arrivare dal piano terra al primo piano senza che nessuno abbia provveduto a costruire le scale, ci rende disabili, tutti, meno che ragni e formiche e volatili e supereroi in …

Agritech Italia: l’allevamento e l’agricoltura del futuro

Dw-Roma.Il futuro dell’agricoltura e dell’allevamento è nelle mani delle nuove generazioni, e mai come in questo periodo storico tale affermazione risulta più vera. I contadini dell’era odierna sono i giovani appena laureati che si riavvicinano all’agricoltura e all’allevamento da imprenditori, dopo anni di studi, istruiti e con una forte consapevolezza riguardo all’esigenza di creare un ciclo di produzione che miri alla sostenibilità, alla salvaguardia dell’ambiente e alla qualità del prodotto finale. La startup Roboscientific, composta da un team di giovani ricercatori che ha creato un dispositivo capace di intercettare i microrganismi patogeni presenti sia negli allevamenti che durante i passaggi successivi, fino ad arrivare al prodotto alimentare finale e commercializzabile. Questa innovativa tecnologia permette di individuare precocemente la presenza di malattie all’interno degli allevamenti, o di funghi nei magazzini di stoccaggio, permettendo di intervenire con largo anticipo attraverso le opportune terapie e gli interventi necessari per minimizzare i danni, evitare spreco di cibo riducendo i cali di produzione e salvaguardando al conte la salute dell’acquirente finale, il consumatore. Altra startup, tutta italiana, che ha ideato …