Author: Elise De Hoe

India, vota la democrazia più grande del mondo

Le elezioni parlamentari indiane, istituite per la votazione della “Lok Sabha” (Camera del popolo), ossia il rinnovo della camera bassa del Parlamento, iniziate l’11 aprile e previste in chiusura il 19 maggio, vedono principalmente al ballottaggio il ricandidato premier uscente Modi ed il politico Rahul Gandhi. Gli scrutini avverranno il 23 maggio, dando la garanzia della partecipazione di tutti i territori indiani e degli stati federali. Dalle elezioni del 2014, che videro un’affluenza di più di mezzo miliardo di elettori, l’imponente crescita demografica del paese, per questo nuovo richiamo alle urne, conterà sulla partecipazione di 900 milioni di aventi diritto (le forze dell’ordine hanno istituito persino un seggio elettorale all’interno jungla per permettere ad un santone eremita, Bharatdas Darshandas, di esprimere la propria preferenza). Adesione che definisce la situazione politica indiana come la democrazia più grande del mondo. La garanzia di una effettiva democrazia in India; una Repubblica Federale Parlamentare divisa in 27 stati federati ed in 7 territori indipendenti, con estensione geografica che la posiziona al settimo posto al mondo e al secondo in classifica …

Salvini contro Raggi “NO al Salva Roma”

DW-Roma.Dialogo teso anche in Campidoglio tra la sindaca romana Virginia Raggi ed il ministro degli interni Matteo Salvini che critica il “salva Roma”, norma presente nel decreto Crescita. Dallo scorso 4 aprile, con la proposta e la prima approvazione del decreto Crescita (non tuttavia pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale), si sono susseguite bozze, dibattiti e riscritture dei contenuti sui quali ad oggi non vi è ancora coesione e chiarezza. Il decreto Crescita dovrebbe essere varato oggi dopo un “passaggio formale” nel Consiglio dei Ministri, ma il leader del partito leghista attacca “Nessuna norma salva Raggi. Non esistono comuni di serie A e serie B. O si aiutano tutti i comuni e i sindaci in difficoltà o nessuno. La Lega non vota norme che creano disparità.”. Di contro il Movimento Cinque Stelle risponde “Non è un salva Roma ma un salva Italia”sottolineando che si tratta di una disposizione che non graverebbe costi allo Stato ma che al contrario, il permettere ai cittadini romani di chiudere un debito ventennale causato proprio dalla vecchia amministrazione berlusconiana, apporterebbe beneficio e …

earth day

Earth day, giornata della terra dal’70 ai giorni nostri

Dalla sua prima proclamazione il 22 aprile del 1970, l’Earth Day, nato per idea del presidente John Fitzgerald Kennedy, concretizzato per volontà del senatore americano Gaylord Nelson ed istituito dalle Nazioni Unite, accoglie ed unisce sotto lo stesso slogan della salvaguardia dell’ambiente 192 paesi del mondo. Gaylord Nelson vide infatti, nei movimenti giovanili di protesta di piazza contro la guerra del Vietnam, un potenziale attivo per rivoluzionare i sistemi di sensibilizzazione nel campo ecologico, per cui la prima preoccupazione era la preservazione delle risorse naturali. Il 1969 fu l’anno decisivo, a seguito di un’accidentale fuoriuscita di petrolio dal pozzo della Union Oi in California, il segretario americano constatò la necessità di svolta e sensibilizzazione pubblica.Negli anni la partecipazione ha accresciuto il suo successo partendo dal basso. Il giovanissimo diciassettenne Martin Jennings, partecipando come volontario alla pulizia dei corsi d’acqua della propria città, si rese celebre affiggendo manifesti con lo slogan in seguito famoso “se non sei parte della soluzione, sei parte del problema”. L’evento, oggi promosso da migliaia di istituzioni, si pregia di educare ed …

Matteo Salvini tra i 100 più influenti al mondo

DW-Roma.Secondo il periodico Time, Matteo Salvini è tra i più influenti leader mondiali. A vent’anni dalla prima pubblicazione della lista delle cento persone più influenti del XX secolo, il settimanale Time, sull’attuale Time100, accoglie tra le sue citazioni Matteo Salvini. Dal primo vanto nostrano che si aggiudicò nel 2006 il merito, l’architetto Renzo Piano, diversi sono i nomi italiani che si sono fatti posto tra i “big” raccontati. Oggi è il nostro Ministro dell’interno a ricevere gli elogi delle celebri pagine americane. Steve Bannon, direttore esecutivo della campagna che portò Donald Trump alla Casa Bianca, ne tesse qui le lodi. Matteo Salvini è descritto come il più anticonvenzionale dei politici; “He came, he saw, he Facebooked—live”, “E’ venuto, ha visto, ha fatto una diretta Facebook” scrive Bannon; la sua stessa “campagna elettorale 2.0”, una campagna “face to face e Face…book”, dibattito di piazza in diretta social, è qui definita come cardine rivoluzionario che ha debellato la sottomissione dell’Italia ai vertici europei dandole voce, posto e potere d’azione. L’articolo, non mancando il rimando alle iniziali difficoltà …