Author: Michela

Elemosiniere papale Konrad Krajewski

L’insubordinazione positiva dell’Elemosiniere papale

DW – Roma. Sembra che anche la chiesa abbia iniziato la sua piccola rivoluzione contro la Lega. La cosa un po’ ci piace. Ci piace l’idea dei poteri forti ora uno contro l’altro; ci piace l’idea della disobbedienza civile che arriva proprio da chi l’obbedienza la predica; ci piace l’idea, finalmente, di un Robin Hood che, contro ogni legge e tassa, toglie allo stato per dare ai poveri. Siamo in via Santa Croce in Gerusalemme, a Roma. Qui, l’Alcea ha tolto la corrente elettrica per morosità: non solo le tasse non venivano pagate, ma lo stesso allaccio elettrico risultava abusivo. E così, via la luce e l’acqua calda. Poco importa se nello stabile vivono 450 persone, di cui quasi 100 bambini, al buio e al freddo. Ma Konrad Krajewski, l’elemosiniere del Vaticano, non ha retto il colpo. Domenica 12 maggio ha deciso, sua sponte, di staccare i sigilli dell’Acea e riattivare la corrente elettrica nel palazzo occupato.  C’era da aspettarselo, in fondo, che un gesto del genere, in un contesto del genere avrebbe attirato le …