Author: Romina Gobbo

terrorismo islamico

Terrorismo islamico,si sta rafforzando in Africa occidentale e nel Corno.

DW(ITALIA).Cento persone morte e centinaia di feriti: è il bilancio destinato ad aggravarsi dell’attacco terroristico che il 28 dicembre ha colpito Mogadiscio, capitale della Somalia. Anche se non c’è stata rivendicazione, è probabile la firma del gruppo terroristico al-Shabaab, che dal 2006 imperversa nel paese. Allontanato dalla capitale, mantiene il controllo su alcune aree rurali, dalle quali sferra attacchi anche nel confinante Kenya. Il terrorismo islamico, dopo le sconfitte in Medio Oriente, si sta rafforzando nell’Africa occidentale e nel Corno. L’attentato di Mogadiscio è infatti l’ultimo di una lunga serie nel 2019. Per restare, però, a questo periodo natalizio, va citata l’uccisione il giorno di Natale di undici cristiani in una località sconosciuta della Nigeria. Puntuale è arrivata la rivendicazione dei terroristi della Provincia dell’Africa occidentale dello Stato Islamico (Iswap), gruppo jihadista fuoriuscito dal più conosciuto Boko Haram, e fedele a Daesh. Tramite video, messo in rete da Amaq, agenzia di stampa e organo di propaganda di Daesh, hanno fatto sapere che l’azione è servita a vendicare la morte di Abu Bakr al-Baghdadi (il sedicente …

Quali effetti dei cambiamenti climatici in Africa?

DW(ITALIA).«L’Anno Zero dell’apocalisse climatica»: così il quotidiano britannico “The Guardian” il 18 dicembre ha definito il 2019. Se fine anno è tempo di bilanci, quello relativo agli eventi climatici estremi, è davvero preoccupante. Apertosi con un’ondata di calore da record in Australia, il 2019 è poi continuato con perturbazioni violente, inondazioni che hanno colpito un po’ ovunque – ci resta negli occhi l’eccezionale alta marea a Venezia -, incendi (anche se qui spesso c’è la mano dell’uomo), scioglimento di ghiacciai, periodi sempre più lunghi di siccità che preludono alla desertificazione. L’Africa di tutto questo non si fa mancare nulla. Non fosse altro che per le sue dimensioni considerevoli, contempla le più disparate condizioni climatiche. Comprese quelle glaciali. Il ghiacciaio di Rebmann, in Tanzania, situato sulla sommità del monte Kilimanjaro è quel che rimane di un’enorme cappa di ghiaccio che si è ritirata significativamente nell’ultimo secolo. Oltre metà dei paesi africani sono stati colpiti, in tempi diversi, da alluvioni e siccità. Tra i primi dieci paesi del pianeta a maggiore vulnerabilità rispetto ai cambiamenti climatici, sette …