Author: Rossella Scalise

Carcere e misure alternative alla detenzione

Quali sono le pene alternative al carcere e a chi si rivolgono Il Sistema Giudiziario italiano è molto complesso, lungi da noi cercare di spiegarlo. In questo articolo, però, cerchiamo di analizzare un argomento ostico, che divide l’Italia: le misure alternative al carcere. Esistono, infatti, una serie di possibilità, destinate a chi commette reati, più o meno gravi. Il Ministero della Giustizia, su www.giustizia.it, ci fornisce la definizione esatta di misura sanzione alternativa. “Sanzioni e misure che mantengono il condannato nella comunità e implicano una certa restrizione della sua libertà attraverso l’imposizione di condizioni e/o obblighi e che sono eseguite dagli organi previsti dalle norme in vigore.” Ma quali sono, nello specifico, le opzioni possibili? Scopriamolo insieme! Pene alternative al carcere in Italia In Italia le pene alternative al carcere sono state introdotte dalla legge 26 luglio 1975, n 354. La scelta della sua applicazione è in mano al Tribunale di sorveglianza. Tra le opzioni previste troviamo: l’affidamento in prova al servizio sociale, la detenzione domiciliare, la detenzione domiciliare speciale, la detenzione domiciliare per soggetti …

Collocamento mirato, le novità del 2019

Lavoro e Disabilità, cos’è e come funziona il collocamento mirato Il lavoro, nelle Costituzione italiana, è riconosciuto come un diritto. La Repubblica italiana promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto (Articolo 4). Sebbene l’Italia sia una Repubblica fondata sul lavoro, negli ultimi anni la crisi economica ha ridotto notevolmente i posti di lavoro. La situazione è ancora più complessa se si è affetti da disabilità. Lo Stato, con la legge 12 marzo 1999, n.68, articolo 2, ha introdotto il collocamento mirato. Quest’ultimo è inteso come il complesso degli “strumenti che permettono di valutare adeguatamente le persone con disabilità e di inserirle nel posto adatto (…)” [Fonte cliclavoro.gov.it] Ed è proprio grazie a questa legge che sono nate le assunzioni obbligatorie, ovvero l’obbligatorietà, per aziende con più di 14 dipendenti, di assumere dipendenti derivanti da categorie protette o invalidi civili, del lavoro, per servizio, non vedenti, sordomuti o di guerra. Cosa cambia nel 2019 La legge di Bilancio del 2019 prevede una grande novità: l’introduzione della pensione di cittadinanza per invalidi. La pensione viene erogata …

Bullismo oggi: una piaga sociale che coinvolge i più giovani

Il bullismo: sconfiggerlo è possibile? DW – Roma. Prima di tutto occorre fare una premessa. Che cos’è il bullismo? L’Enciclopedia britannica lo definisce come “Una forma di comportamento sociale di tipo violento e intenzionale, di natura sia fisica che psicologica. È oppressivo e vessatorio, ripetuto nel corso del tempo e attuato nei confronti di persone considerate dal soggetto che perpetra l’atto in questione, come bersagli facili e incapaci di difendersi.” Tutti quanti, nella nostra vita, abbiamo conosciuto, o avuto a che fare, con persone prepotenti, spesso così proprio a causa di una grande fragilità emotiva. Negli ultimi anni, però, il fenomeno è cresciuto in maniera allarmante, arrivando a casi gravissimi che hanno portato alla morte di giovani bullizzati. I dati Istat fotografano una situazione molto grave in Italia: 1 adolescente su due è vittima di bullismo, in un’età compresa tra gli 11 e i 17 anni. Le ragazze ne sono maggiormente colpite. Le violenze subite riguardano offese e insulti (12,1%), la derisione per l’aspetto fisico (6,3%), la diffamazione (5,1%), l’esclusione per le proprie opinioni (4,7%) …

Margot Wölk: l’incredibile storia delle assaggiatrici

Margot e le altre: ecco chi erano le assaggiatrici di Hitler Ci sono storie talmente assurde da sembrare inventate. La storia delle “assaggiatrici di Hitler”, però, è tristemente vera. Chi erano queste ragazze? Per scoprirlo dobbiamo tornare indietro nel tempo e fare un grande balzo fino al 1943. Durante la Seconda Guerra Mondiale, infatti, un gruppo di 15 ragazze, di umili origini, viene scelto per formare un corpo speciale, ovvero “Le assaggiatrici di Hitler”, sotto il comando delle SS. Rifiutare è impossibile. Le giovani donne si stabiliscono tutte nel quartier generale di Hitler. Per tre volte al giorno spetta loro un compito tanto bizzarro, quanto sensato per l’epoca: assaggiare il cibo che il Führer avrebbe dovuto in seguito mangiare. Lo scopo è di sventare possibili avvelenamenti. Tra queste ragazze c’è anche Margot Wölk, una 24enne di Berlino, costretta a fuggire, a causa dei bombardamenti, nella sua casa natale a Gross-Partsch, nell’allora Prussia dell’Est. Ed è proprio qui che ha inizio la sua storia incredibile. Tutte le donne del Fuhrer La storia delle assaggiatrici è stata …

La Gioconda, dopo mesi, torna a casa!

Dopo il trasloco di luglio, la Gioconda torna nella Salles des États La Gioconda è, senza alcun dubbio, il quadro più famoso del mondo. Il capolavoro creato dal genio di Leonardo da Vinci, databile tra il 1503 e il 1504, è conservato al Museo del Louvre di Parigi. Ogni anno, centinaia di turisti accorrono per poter ammirare dal vivo la “Monna Lisa”. Dal 16 luglio l’iconica Gioconda ha traslocato. É stata infatti spostata nella Galerie Médicis. Un’operazione mai fatta prima. Ed é proprio qui che i visitatori hanno osservato il dipinto, fino a oggi. La Salle des États, infatti, é pronta per riaccogliere il suo “gioiello di punta”. Cos’ha significato spostare un’opera dal valore inestimabile? Catriona Pearson, dirigente del settore esposizioni dell’Ashmolean Museum dell’Università di Oxford, ha così dichiarato alla BBC: “Gli oggetti artistici vengono spostati tutti allo stesso modo, non si fa alcuna distinzione a seconda del valore. Si fa sempre molta, molta attenzione.” La Gioconda, il quadro dal fascino magnetico La Gioconda ha da sempre affascinato gli addetti del settore, ma anche i …

Giornata mondiale degli animali: oggi si festeggia!

Il 4 ottobre é la giornata mondiale degli animali Le nostre case sono sempre più affollate. Chi di voi non ha, o non ha mai avuto, un animale da compagnia, alzi la mano! Il 4 ottobre è una data che non è stata scelta a caso. In questo giorno, infatti, si celebra il Santo patrono che “parlava con gli animali”: San Francesco d’Assisi. È una giornata davvero importante per sensibilizzare e salvaguardare i diritti degli animali. Nello specifico la missione è “Aumentare lo status degli animali al fine di migliorare gli standard di benessere in tutto il mondo. La celebrazione della Giornata Mondiale degli Animali unisce il movimento animalista, mobilitandolo in una forza globale per rendere il mondo un posto migliore (fonte World Animal Day – sito ufficiale). Come sono cambiate, negli anni, le nostre abitudini? Animali da compagnia: non solo cani e gatti Non solo cani e gatti: nelle case degli italiani, per esempio, sono sempre più numerosi i conigli, i pappagalli, le tartarughe, i furetti e tantissime altre specie. È di pochi giorni …

Sos clima: le balene ci salveranno davvero?

Le balene sono un’arma potente contro le emissioni di CO2 DW – Roma. La natura crea, la natura distrugge. A ben guardare, gli eventi naturali degli ultimi decenni sembrano proprio dirci questo. La natura si rivolta contro l’essere umano, che, in maniera quasi inesorabile, sta facendosi tabula rasa. La più grande minaccia al futuro dell’umanità arriva direttamente dagli oceani. L’ONU spiega infatti che l’effetto serra li sta letteralmente divorando. Ma gli stessi oceani hanno, nelle loro profonde acque, quella che potrebbe essere la salvezza. Il gigante dei mari: la balena. L’ecosistema dei cetacei, secondo una ricerca scientifica pubblicata dal Fondo Monetario, assorbe il 40% della CO2 (anidride carbonica). Come? Le balene ci salveranno davvero? Scopriamolo insieme. Supereroi low-tech I biologi marini ne sono certi: le balene potrebbero avere un ruolo fondamentale per la salvaguardia del clima. L’ecosistema delle balene assorbe il 40% della CO2 prodotta in tutto il mondo. Parliamo di 37 miliardi di tonnellate di anidride carbonica. Ovvero l’equivalente di quello che riescono a assorbire 1.700 miliardi di alberi. In pratica, l’Amazzonia moltiplicata per …

Fridays for future: tra ambientalisti e proteste

Fridays for future, oltre un milione in Italia i partecipanti allo sciopero Il movimento internazionale ambientalista, Fridays for Future, iniziato nel 2018 grazie all’ormai celebre Greta Thunberg, non accenna ad arrestarsi. Da quando la ragazzina svedese si presentò, con un cartello di protesta, fuori dal Riksdag, sono passati molti mesi. Il suo grido in difesa dell’ambiente non è rimasto inascoltato e da quel giorno milioni di persone, soprattutto giovanissimi, hanno assunto maggiore consapevolezza rispetto all’argomento. Che la Terra sia in pericolo, non era di certo una novità. Decine di scienziati, negli anni, hanno spiegato quanto il cambiamento climatico, tra le altre cose, sia una vera e propria emergenza. A Greta si deve però, con estrema oggettività, il merito di essere arrivata alle nuove generazioni. A quelle che sono le persone del domani. Tra chi la reputa un genio e chi si scaglia contro di lei, definendola una giovane manipolata, i commenti non si sprecano. 27 settembre: lo sciopero per il clima coinvolge tutto il Mondo Sulla scia del Fridays for Future, sono milioni le persone, …

Vitiligine e bambole: la bella idea del nonno brasiliano

João Stanganelli è un nonno brasiliano che crea bambole speciali La storia di João Stanganelli è molto particolare e merita di essere raccontata. L’uomo, brasiliano di 64 anni, scopre di avere la vitiligine a 38 anni. Senza buttarsi giù, egli decide di continuare il suo lavoro in ambito gastronomico. La svolta arriva l’anno scorso, dopo un problema cardiaco. Deciso a non farsi abbattere, João inizia a creare delle bambole speciali all’uncinetto, grazie all’aiuto della moglie Marilena. Dopo qualche difficoltà, l’uomo presenta sui social la sua prima creazione: Vitlinda. Vitilinda e le altre L’idea iniziale nasce dal voler creare un qualcosa di particolare per la sua nipotina. Ecco arrivare quindi Vitilinda, confezionata a sua immagine e somiglianza, con delle vistose macchie sulla “pelle”, caratteristica principale della vitiligine. La bambola è così apprezzata sui social, da invogliare l’artista a idearne di nuove, che lancino un messaggio positivo e di inclusione sociale. La volontà principale è, infatti, di fare sentire tutti i bambini sereni in modo da accrescere la loro autostima. Sui profili Instagram e facebook sono così …

Zippy, quando gli eroi hanno la coda

Zippy, simil jack russell, salva la sua famiglia dalle fiamme È notte fonda. Siamo a Bradenton, in Florida. Tutta la famiglia Butler sta dormendo. Ad un certo punto qualcosa va storto e il condizionatore prende fuoco. L’allarme antincendio non si attiva nell’immediato e nessuno si accorge di nulla. La tragedia è dietro l’angolo. Ma, quella notte, un piccolo eroe a quattro zampe veglia sulla famiglia, un simil jack russell adottato qualche anno prima. Il suo nome è Zippy. Nel rogo si salva tutta la famiglia Butler, ma Zippy muore Zippy ha un ottimo odorato, così avverte subito il pericolo e inizia a correre per tutte le stanze della casa. Abbaia all’impazzata svegliando il papà e i figli. Le fiamme, nel frattempo, hanno raggiunto tutta la casa ma, grazie al tempestivo aiuto del cucciolo, tutta la famiglia riesce a mettersi in salvo. Zippy però non si riesce a trovare. “Ho provato tante volte a rientrare a casa” – racconta il sig. Butler a FOX 13 – “ma il soggiorno era completamente in fiamme e il fumo …