PALESTINE
Leave a comment

Campo cinematografico nel campo profughi in Palestina

cinema in campo profughi in palestina
Condividi l'articolo che stai leggendo

DW(PALESTINA).Il  cinema del campo aiuta i bambini a sottrarsi anche se per poche ore dal panico della guerra, al campo profughi di Nuseirat, in Palestina.

Davanti a un grande schermo nel campo profughi palestinese di Nusseirat,  le risate dei bambini crescono e i sorrisi risplendono sulla loro vita mentre guardano un film dei cartoni animati, il progetto di camp cinema è preparato con semplici attrezzature costituite da uno schermo bianco, un computer, altoparlanti e una serie di sedie di plastica, si apre di notte per  salutare  il suo pubblico di genitori e  bambini.

In mezzo alla strada, “Jabr Thabet”, l’uomo di 30 anni,  il coordinatore dell’iniziativa del campo cinematografico, è con ansia i bambini come ogni spettacolo cinematografico. Inizia, “ogni bambino prende il suo posto e le sedie sono rapidamente riempite, e prima di iniziare lo spettacolo    il mio partner “Fida Al-Lidawi”  cerca di fare  conversazioni con uomini e bambini e  farli  ridere  quanto noi  può”, ha detto Thabet.   E  all’inizio dello  spettacolo,molti dei partecipanti  potrebbero non trovare un posto a sedere per sedersi, così hanno scelto di continuare a guardare in piedi o seduti sul marciapiede. “Ieri sera,  quando è iniziato il film “The Cook  Mouse” tutti guardavano  con calma, il silenzio ha preso il sopravvento non solo  qui  ma anche  l’intero campo,  i bambini non hanno spostato  gli occhi  dallo schermo nemmeno per un momento, e l’ha  detto che era frequente tra lescene,”   Thabet  aggiunto. Ogni volta che inizia lo spettacolo, Jabr e  Fida stanno sul retro e  guardano i bambini avere un ampio sorriso sui loro volti.

All’interno del campo profughi palestinese di Nusseirat  ciò che i bambini devono affrontare  è la vita dura,  oltre al panico che attraversano a causa della guerra infinita,  e  tluimancanza di centri culturali e ricreativi o  cinema.

Ti può interessare anche:  Il racconto di un giovane palestinese

Fidaa spiega:  “Il nostro obiettivo del cinema di Cammpè quello di introdurre i bambini nel mondo del cinema e di non rimanere nel campo senza guardare un film, e offriamo questi film per coltivare la cultura della visione dei film nella generazione emergente e per coltivare la conoscenza del cinema nella loro consapevolezza, aggiungendo che il cinema del campo presenta film moderni e vari, la maggior parte dei quali si traducono in arabo.

cinema in campo profughi in palestina

Layan, bambina di 20 anni,  accompagnò la sorellina Sarah per andare al cinema e decise di guardare il film anche se era un cartone animato. “Eravamo lì presto, così abbiamo  trovato un posto per sedersi e  conoscere il cinema del campo dal nostro fratello maggiore, ci piace guardarei film al cinema del  campo.” Layan ha detto. 

L’amara verità è che la maggior parte della popolazione di Gaza che ha meno di 45 anni non è entrata nel cinema per tutta la vita. Per quanto riguarda coloro che hanno superato questa età, hanno usato per andare in uno dei due cinema che era a  Gaza chiamato Gaza e Al-Samar cinema,  ma sono stati distrutti durante le guerre, adesso hanno la possibilità di frequentare il cinema del campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *