ITALIA, NOTIZIE IN EVIDENZA
Leave a comment

Casal Bruciato, la Raggi fa visita alla famiglia rom

Condividi l'articolo che stai leggendo

DW – Roma. Dopo gli scontri avvenuti a Casal Bruciato che hanno visto come protagonisti CasaPound, Fratelli d’Italia e una famiglia rom, la sindaca di Roma Virginia Raggi ha fatto visita alla famiglia. La protesta si era scatenata in seguito all’assegnazione legittima di un appartamento in una casa popolare ad una famiglia rom. Così, fuochi e fiamme hanno iniziato a divampare con insulti tra CasaPound, Fratelli d’Italia e la famiglia rom.

Raggi, insultata dopo la visita

“Buffona”, “non sei la nostra sindaca“, “vergognati” sono stati alcuni degli insulti con i quali è stata accolta sotto il palazzo popolare dai residenti stessi. La Raggi ha mantenuto la sua posizione di difesa alla famiglia alla quale la casa spettava di fatto. Ha provato così a non fare differenze tra cittadini di serie A e cittadini di serie B, ma a rispettare semplicemente il ciclo delle assegnazioni delle case popolari. In seguito alla visita, durante la quale la famiglia ha affermato di aver paura dopo gli insulti e le minacce ricevute, la sindaca Raggi è dovuta uscire dall’appartamento scortata dagli agenti di polizia.

Hanno diritto alla casa, è la legge

La sindaca di Roma Virginia Raggi ha dichiarato: “Questa famiglia risulta legittima assegnataria di un alloggio. Ha diritto di entrare e la legge si rispetta“. Ha aggiunto poi “Siamo andati a conoscerli e sono terrorizzati. Abbiamo avuto modo di far conoscere questa famiglia ad alcuni condomini. Chi insulta i bambini e minaccia di stuprare le donne forse dovrebbe farsi un esame di coscienza”. Conclude dicendo “Non è questa una società in cui si può continuare a vivere“.

La famiglia vive nella paura

La famiglia rom si è confidata in seguito ai fatti accaduti al direttore della Caritas don Ambarus, al quale hanno detto: “Siamo spaventati, speriamo di resistere”. Il sacerdote ha aggiunto poi “Ci hanno confidato che speravano iniziasse finalmente una nuova vita per loro, dopo vent’anni nei campi. Stanno cercando di capire cosa succederà. Sperano di poter resistere”. La famiglia si ritrova così a vivere nell’incubo e nell’angoscia per loro e per i propri figli, non sentendosi al sicuro nemmeno a casa loro.

L’invito del Papa

Un’altra figura che ha incontrato la famiglia di Casal Bruciato è stata quella del vescovo ausiliare di Roma monsignor Giampiero Palmieri, che ha invitato la famiglia a incontrare il Papa. Infatti, ha detto “Il Santo Padre giovedì incontrerà il mondo dei rom, noi li abbiamo invitati la sera quando la chiesa di Roma incontrerà il Papa a San Giovanni. Non sappiamo se verranno, ma sono stati molto onorati dell’invito. Ora sono molto spaventati“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *