breaking, Desk news, ITALIA, NOTIZIE IN EVIDENZA, POLITICA
Leave a comment

CasaPound e Forza Nuova prese di mira sui social: chiusi pagine e profili

Casapound
Condividi l'articolo che stai leggendo

La maggior parte dei siti e delle pagine di estrema destra sono stati oscurati nelle ultime ore: violano la policy delle piattaforme

DW-Roma. Le più importanti piattaforme social – Facebook e Instagram – hanno dato vita quest’oggi a una politica di oscurantismo che ha preso di mira le pagine e i profili di alcuni esponenti di CasaPound e Forza Nuova. Le proprietà web di Mark Zuckerberg hanno reputato contro la politica di sistema alcuni post dei rappresentanti di estrema destra, in quanto istigatori di odio e messaggi non consoni alla policy visionabile dagli utenti.

La polizia postale non si esprime sulla decisione presa dalle note piattaforme,parlando di una scelta autonoma che non ha coinvolto le autorità italiane. Mentre il Presidente di CasaPound Gianluca Iannone parla di «un attacco senza precedenti,» e si definisce «schifato dall’esito della vicenda,» i militanti si esprimono con forza contro un colpo basso perfettamente in linea con il “neo-governo della poltrona.”

Nelle ultime ore il movimento di estrema destra ha invaso l’unica piattaforma rimasta disponibile – Twitter – per schierarsi con forza contro le politiche «di estrema sinistra e di Bruxelles,» dice il leader di Forza Nuova Roberto Fiore. Una questione ancora aperta che si pensa potrebbe tradursi in una risposta di piazza, vista la tensione crescente nelle ultime ore. I militanti parlano di “strana casualità,” riferendosi alla vicenda avvenuta lo stesso giorno dell’insediamento del Conte 2; mentre le discussioni rimangono aperte e infervorate, infatti, i sostenitori esprimono già il loro parere favorevole su una class action.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *