Caso Cucchi, il depistaggio e il processo per gli 8 carabinieri indagati

Caso Cucchi, il depistaggio e il processo per gli 8 carabinieri indagati

DW-Roma. Il Procuratore Capo Giuseppe Pignatone della Procura di Roma ha firmato ufficialmente la richiesta di processo per gli 8 carabinieri indagati nel quadro dell’indagine relativa alla morte di Stefano Cucchi. I carabinieri sono accusati di falso, omessa denuncia, favoreggiamento e calunnia. In particolare, gli 8 colleghi avrebbero modificato volontariamente le due annotazioni di servizio redatte il giorno dopo il decesso di Cucchi, confermando lo stato di salute del ragazzo quando, successivamente al pestaggio, venne scortato alla caserma di Tor Sapienza. Era la notte tra il 15 e 16 ottobre 2009.

Ilaria Cucchi ha così la richiesta di processo: «Sarò felice di avere l’Arma al mio fianco contro coloro che depistarono e scrissero le perizie che davano a Stefano tutta la colpa della sua morte ancor prima che venissero poi partorite dai medici legali del processo precedente».

Leave a Reply

Your email address will not be published.