All posts filed under: VI PRESENTO…..

Uomini e donne che combattono ogni giorno una battaglia. Persone importanti e non che hanno da raccontare

Intervista ad Alessandra Canale

DW-ITALIA.Volto noto della RAI, annunciatrice, conduttrice e scrittrice, Alessandra Canale ci concede di fare due chiacchiere con lei, ricordando il lavoro in Rai, parlando di donne, paure, favole e felicità. Oggi intervistiamo Alessandra Canale. Alessandra Canale, è entrata per anni con il garbo e professionalità nelle case e nei cuori degli italiani, soprattutto in qualità di annunciatrice, un appuntamento fisso al quale eravamo tutti abituati e anche affezionati. Come ricorda gli anni in RAI in quella veste? R: Quegli anni li ricordo con tanto affetto. Quasi una favola Mi sentivo miracolata di rappresentare la Rai in un ruolo così importante! Ha scritto e pubblicato i libri “Ti voglio raccontare una storia” e “Vi voglio bene”. Come è nato il desiderio di scrivere favole per bambini? R: “Ti voglio bene” è una raccolta delle tantissime lettere che ho ricevuto durante la mia attività di annunciatrice. È un cordone ombelicale che non si è mai reciso.Ho scritto e pubblicato “Ti voglio raccontare una storia” il desiderio di scrivere favole per bambini è scaturito dal grande amore che …

Chiara Polese

Chiara Polese, il Soprano con l’amore per la filologia.

DW-ITALIA. Il Teatro Valle è tiepidamente illuminato, quando, in una serata autunnale, ho il piacere di rivedere una mia conoscenza, Chiara Polese. A Roma per una lezione-concerto su ‘La Serva Padrona’ di Pergolesi, Chiara risponde a qualche mia domanda da blogger. Ovviamente con la solita fretta di chi è abituata a fare mille cose; ovviamente poco prima di ripartire per la sua Torre del Greco. Chiara infatti è un Soprano sui generis: filologa dalla vivace attività universitaria, scrittrice di romanzi, cantante lirica. Tutto in una sola giovane donna. Non potevo non intervistarla.  Chiara, raccontaci un po’ di te… Forse è una tra le domande più complesse. Non saprei come descrivermi… Posso certamente dire di essere una Torrese D.O.C, con tutto ciò che ne concerne: amo la famiglia, ho una fede viva, mi piace molto la mia terra e quello che mi ha trasmesso. L’ambiente infatti determina le persone: io credo di essere, grazie alla mia terra, una donna determinata, che non si ferma dinanzi a nulla, anche di fronte alla distruzione. Qual è stata la …

Intervista a Monica Mondo

Monica Mondo, la giornalista di TV2000 che ama scoprire le profondità degli animi Incontro Monica Mondo, giornalista e autrice tra le più profonde del parterre odierno e nostrano, per una passeggiata, stranamente in una Roma novembrina e soleggiata, tra le bellezze dell’Aventino. La poesia del Giardino degli Aranci, della ‘Serratura di Roma’ e delle Basiliche vicine figura quale cornice più che evocativa dell’intervista concessami. Monica, come si è avvicinata al giornalismo e come è approdata in Radio e in TV? Al giornalismo mi sono avvicinata per caso, come sempre capita, perché un amico mi ha chiamato a collaborare alla Radio della Diocesi della mia città, Torino. Era l’epoca delle Radio Private ed era un’epoca esaltante, fatta di ragazzi che avevano il coraggio, l’ardire, ed anche la sfacciataggine, di chiamare chiunque e di fare comunicazione a partire dalla loro passione e dai loro ideali. Il giornalismo radiofonico è stato sempre la mia passione. E poi mi occupavo di Libri, lavoravo in una casa editrice: il mondo dei libri e della cultura è stato la seconda occasione …

Intervista a Mirco Mannino

DW-ITALIA.A volte, il sogno è solo una dolce parentesi che ci permette di sfuggire alla realtà, e più il sogno è grande e capace di restituirci leggerezza, più è difficile renderlo concreto e adattarlo ai nostri giorni piccoli, ma pesanti. Poi, c’è chi dice semplicemente a sé stesso “io voglio, quindi posso farlo” e lo fa, vive il suo sogno. Dev’essere andata più o meno così, quando Mirco Mannino ha iniziato a pensare seriamente di realizzare il suo sogno, e lo ha fatto letteralmente “passo dopo passo”. Un bel giorno Mirco parte da Cesate, in provincia di Milano, zaino in spalla, solo lui e il sogno: esplorare la Sicilia. Non solo le grandi città rinomate dell’isola, ma borghi sperduti e abbandonati, paesini pressoché sconosciuti, in cammino da solo, andando incontro alla gente del luogo, scoprendo attraverso le loro voci i posti interessanti e dimenticati da scoprire, le storie e le leggende che vi abitano, filmando tutto e raccontandolo attraverso i suoi canali social. In viaggio con te è il nome del suo blog e della …

Intervista a Maria Grazia Calandrone

DW-ITALIA.Se pensiamo alle parole come alla manifestazione evidente, carnale e viva del pensiero e del sentire umano, possiamo considerare la poesia come sangue, l’elemento di trasposizione di quell’ossigeno che mantiene vivi, o risveglia, legame, empatia, senso di vicinanza e affinità fra gli uomini. Per parlare della bellezza della poesia e dell’importanza delle parole, oggi incontriamo Maria Grazia Calandrone, poetessa, autrice e conduttrice radiofonica, articolista e videogiornalista per Il Corriere della Sera. A settembre ha pubblicato il suo ultimo libro Giardino della gioia edito da Mondadori, una raccolta di poesie che sono parole vive grazie alle quali si animano immagini e tutto si fa grande e profondo. D’amore si tratta quando lo sguardo riesce a vedere nel profondo delle cose, dei fatti e delle persone; d’amore si tratta quando la parola ammaestrata e scelta con cura, scolpisce tutte le cose, le forgia e le consegna al lettore come una pietra preziosa di rara bellezza. Oggi vi presento Maria Grazia Calandrone. Maria Grazia Calandrone, andando indietro nella memoria, ci racconta il suo primo approccio con la poesia, …

Intervista a Stefano Pietta

Stefano Pietta ha 35 anni, un bel viso e un sorriso che ti abbraccia. Ha tante passioni: la scrittura, il giornalismo, lo sport, il calcio, la sua Inter e il volontariato presso la Croce Rossa. E poi, c’è la passione per la musica e, soprattutto, per la radio. Lo conosco per caso, scambiamo due chiacchiere, il feeling è immediato e decido subito: Io, Stefano lo voglio intervistare! E sarà un’intervista telefonica, perché Stefano ci sa fare, è uno speaker radiofonico, è la voce di STERADIODJ. http://www.steradiodj.it/ Eccomi, impacciata, col cuore che va a mille, la voce che va via quando non dovrebbe, perché io sono quella delle parole scritte, quella che ha il vantaggio di essere altrove quando qualcuno le leggerà, e quel qualcuno non vedrà mai la mia faccia arrossire e la timidezza prendere il sopravvento. Ed ecco Stefano, lui per indole ha una grande capacità comunicativa, sembra fatto apposta proprio per le parole dette, come per le interviste ( lui che le interviste telefoniche le fa da professionista). Va come un treno, sicuro …

Intervista a I LUNATICI–Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio

DW-ROMA.Il sole tramonta, la sera accompagna per mano la notte che verrà, le fa largo nei vicoli, dal centro alle periferie, sui tetti delle case e nelle strade, nelle piazze fra la gente. Mentre per molti è un giorno che si conclude, per altri è l’ora della partenza, del viaggio nuovo, della divisa da indossare insieme al proprio coraggio, delle corsie bianche d’ospedale con le sale d’attesa e di preghiere. È l’ora delle mani che danno forma al pane e del forno caldo che ne sparge i profumi. È l’ora degli insonni, degli ostinati risolutori (per virtù o necessità) di problemi ordinari e straordinari, dei romantici e dei poeti, degli artisti e dei cuori appena spezzati. È l’ora dei chilometri da percorrere, delle luci accese degli autogrill che ti accolgono nel nulla della notte, dei moli affacciati sul mare, per salpare, attraccare o vegliare; è l’ora dei freni del treno che stridono più forte sulle rotaie nelle stazioni apparentemente vuote. È l’ora del bacio sulla fronte e del “io vado, a domattina”. La notte si …

Iacopo Melio

Intervista a Iacopo Melio

Chi è Iacopo Melio Dw-Roma.L’esistenza: se ci venisse consegnato in bianco e nero, in sintesi, un bugiardino per spiegarcela, nell’esatto istante in cui ci chiediamo per la prima volta perché e per cosa siamo qui, adesso, chiamati ad esistere, risparmieremmo tempo e fatica. E invece è tutto da scoprire, e alla fine ti rendi conto che è la salvezza, è questo il senso banale e profondo allo stesso tempo: doverla vivere tutta, fino infondo questa vita, per scriverne la trama. Non sarà mai per tutti una storia uguale alle altre, la propria vita. Non saremo mai fatti in sembianze, pensiero, anime e intelletto uguali a qualcun’altro. Siamo unici, ognuno con le proprie abilità e disabilità, perché in tutti noi c’è un po’ dell’una e dell’altra, sempre. La disabilità, concretamente, non è che la mancanza degli strumenti necessari che ti permettono di fare una determinata cosa. Arrivare dal piano terra al primo piano senza che nessuno abbia provveduto a costruire le scale, ci rende disabili, tutti, meno che ragni e formiche e volatili e supereroi in …

Intervista a Eva Florencia Bianchini

DW-ROMA.È il 12 luglio del 2001. Nella Plaza de Toros, a Siviglia, si danza. Ecco il torero: la sua figura perfetta è decorata dall’abito tradizionale, i ricami elaborati color oro sembrano volerne testimoniare la personalità fiera, pregna del coraggio e della consapevolezza che dentro all’arena non possono mai mancare. Un’ombra di fatalità si dissolve nelle luci della maestria del matador, quella innata e quella acquisita in anni di allenamento, entrambe hanno disegnano nel tempo sul suo giovane volto il rigore e la fatica, la passione resa viva e concreta dal toro che è lì davanti ai suoi occhi, pronto a caricarlo con i suoi 500 chili. L’ultima opportunità di vita, di gloria, di morte: ecco la corrida. Il torero è Eva Florencia Bianchini. Aveva solo 23 anni, debuttava in una delle arene più importanti dell’Andalusia, davanti ad un pubblico che sarebbe stato certamente più severo del solito. Una donna per torero, per di più straniera, un’italiana arrivata da Firenze col sogno di toreare, sfidando tutto e tutti, pregiudizi e ostilità. Una passione che Eva non …

Intervista ad Alessandro Gallo

Dw-Roma. Sono le scelte che facciamo a raccontare chi siamo. Il passo allungato verso una direzione, il breve tragitto verso il quale ci incamminiamo, il giorno dopo giorno … Sono tante le cose che compongono le tappe consequenziali di un grande viaggio: quello per raggiungere la vita che vogliamo. Alcune persone si adeguano, volenti o nolenti, ad un percorso che sembra già programmato. Altre, riprendono in mano la propria vita, facendone un foglio bianco da scrivere e colorare a proprio modo. Alessandro Gallo scrive, così, la sua vita e la fa nuova. Ci saranno pagine dalle quali non si può cancellare la parola camorra, ma impara lungo il tragitto che quella parola deve restare, sarà necessaria per scriverne altre di parole. Nato a Napoli nel 1986, figlio di un affiliato camorrista, Alessandro Gallo è oggi scrittore, attore teatrale e regista. Il suo esordio nel 2011 con il romanzo autobiografico Scimmie, liberamente ispirato a Giancarlo Siani, edito da Navarra Editore, riscuote un grande successo e porta alla luce il suo talento e la sua storia. Seguono …