Elezioni europee 2019: come sono andate in Italia

Elezioni europee 2019: come sono andate in Italia
Tempo di lettura stimato: 2 minutes

DW – Roma. Secondo i dati definitivi del Ministero dell’Interno e delle 61.576 sezioni delle Elezioni europee 2019 in Italia, la Lega è stato il partito favorito, con una percentuale del 34,33%, pari a 9.153.634 voti.

Il Partito Democratico, al secondo posto, ha ottenuto 22,69% dei voti (6.050.351 in tutto),  superando il Movimento 5 Stelle (17,07% per 4.552.527 voti). A Forza Italia è andato 8,79% delle preferenze, per un totale 2.344.465 voti. Il quinto partito ad entrare nel Parlamento europeo è invece Fratelli d’Italia (6,46% per 1.723.232 voti).

La Sinistra e +Europa sono rimaste sotto la soglia di sbarramento del 4% e saranno quindi escluse dall’ingresso in Parlamento. 

L’equilibrio di governo tra Lega e M5s

Insomma, la Lega di Matteo Salvini ha stravinto, ma non solo al Nord, dove ha ottenuto percentuali addirittura superiori al 40%. Anche al Centro e al Sud.

Molto male, al contrario, per il suo alleato di governo Luigi Di Maio, che al Sud ha preso il 29% ma, nel complesso, in tutto il Paese, non è riuscito a superare il 29%. Solo 4 milioni e mezzo di italiani hanno deciso di votare i M5S.

Tant’è che «non sono qui a parlare politichese – ha ammesso subito Di Maio – Per noi le elezioni europee sono andate male, e apprendiamo una grande lezione. Impariamo e non molliamo. Come forza politica, il M5s sta correndo una maratona, non i cento metri. È chiaro ed evidente che la nostra gente non è andata a votare, c’è tanto da fare ancora, tante risposte da dare a queste persone. Adesso ci sono promesse da mantenere e da realizzare, promesse che abbiamo fatto sia il 4 marzo 2018 sia in questa campagna per le europee. C’è da fare il salario minimo orario, il provvedimento per le famiglie che fanno figli e un serio abbassamento delle tasse».

Nonostante quanto paventato dai media nella giornata di lunedì 27 maggio, tuttavia, Di Maio ha spiegato di aver parlato con i colleghi Movimento e che nessuno ha chiesto le sue dimissioni. Il vicepremier e Ministro del Lavoro rimane quindi al governo, perché d’altronde “si vince e si perde insieme”.

E nel frattempo Matteo Salvini, forte della vittoria, va avanti con il suo programma politico: flat tax e Tav sono sempre più vicine.

One Response to "Elezioni europee 2019: come sono andate in Italia"

  1. Avatar
    Luca   1 Giugno 2019 at 15:35

    Bell’articolo! Dai un’occhiata al sito qui sotto e dai un’occhiata ai vari tutorial su Shopify e WordPress!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.