ESTERI
Leave a comment

Deforestazione amazzonica a quali aziende è legata?

Amazon deforestation
Condividi l'articolo che stai leggendo

DW(BRAZIL).La deforestazione amazzonica del Brasile è aumentata al più alto tasso in più di un decennio, secondo l’agenzia spaziale del paese. Nuovi dati dall’INPE, l’Istituto nazionale per la ricerca spaziale, mostrano un aumento significativo della deforestazione nell’ultimo anno. La foresta pluviale ha perso 3.769 miglia quadrate della sua vegetazione tra agosto 2018 e luglio 2019, ha dichiarato INPE – un aumento del 30% rispetto al tasso annuale precedente e un massimo di 11 anni.

Il presidente del Brasile Jair Bolsonaro ha commentato il rapporto INPE, definendo l’allarme dell’istituzione “sensazionalista”. Bolsonaro ha anche avvertito i governi stranieri di non immischiarsi – dopo aver affrontato molte critiche. La foresta amazzonica copre oltre 2 milioni di miglia quadrate in nove paesi del Sud America, essendo la più grande foresta pluviale del mondo. Produce una quantità significativa di ossigeno terrestre ed è considerato vitale per combattere i cambiamenti climatici.

È stata scritta una lettera aperta agli investitori globali

Un gruppo internazionale di 30 gruppi senza scopo di lucro ha pubblicato una lettera aperta mercoledì (11 dicembre) avvertendo gli investitori di prendere in considerazione l’acquisto di azioni in due giganti della carne brasiliani: la JBS e la Marfrig. La lettera, firmata da Global Witness, Greenpeace Brasil e Rainforest Action Network, tra gli altri, afferma che entrambe le società sono state collegate alla distruzione della foresta amazzonica.

Secondo quanto riferito, miliardi di dollari di azioni detenute dalla Brazilian Development Bank (BNDES) in JBS e Marfrig saranno messi in vendita il prossimo anno. La lettera continua affermando che si stima che il 70% della foresta amazzonica sgomberata sia stata convertita in pascolo. Le due società JBS e Marfrig sono i maggiori acquirenti di bestiame nella zona. L’aumento della domanda globale di carne ha portato gli allevatori di bestiame sudamericani a ripulire maggiormente l’Amazzonia per il pascolo del bestiame, secondo i legislatori di Los Angeles e New York. Entrambe le più grandi città degli Stati Uniti hanno proposto una legislazione che impone ai comuni di tagliare i legami con le attività commerciali legate agli incendi nella foresta pluviale amazzonica.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *