Desk news, ITALIA, NOTIZIE IN EVIDENZA
Leave a comment

Giornata dei rifugiati, aumentano i rifugiati nel mondo

giornata dei rifugiati
Condividi l'articolo che stai leggendo

Dw-Roma.Giornata dei rifugiati, Mattarella: “L’accoglienza è un dovere costituzionale. Ma nessun Paese può fare da solo”.

Parole che non lasciano spazio a interpretazioni sopratutto in questi giorni dove viviamo il dramma di 43 migranti senza una meta, senza una soluzione.

Chi sono e perchè scappano

L’Unhcr ha dichiarato che i rifugiati nel mondo sono circa 70 milioni. Ma qual’ è il significato di parole come rifugiato politico, rifugiato di guerra; Qual è la differenza tra richiedenti asilo, profughi, migranti? I loro diritti vengono davvero rispettati?

I diritti nel nostro Paese sopratutto nell’ultimo periodo sono sempre in bilico. In alcune ricerche fatte le condizioni degli aiuti in Italia sono pessime e non c’è speranza che possano migliorare. Persone che sono state costrette a scappare per colpa di guerre, violenze e persecuzioni ecco chi sono i rifugiati.

Quelle persone che stanno vivendo nei loro Paesi situazioni davvero critiche basta veder il Congo, il Sudan solo per citarne alcuni.

Al momento nessun Paese da solo è in grado di far fronte a queste emergenze, bisognerebbe affrontare il problema,l’emergenza a livello Europeo. La concessione dello status di rifugiato, invece, è entrata nel nostro ordinamento con l’adesione alla Convenzione di Ginevra del 28 luglio 1951 e con la Convenzione di Dublino del 15 giugno 1990, sulla determinazione dello Stato competente per l’esame di una domanda di asilo presentata in uno degli Stati membri della Comunità europea.

A questi Paesi nel 2018 si è anche aggiunto il Venezuela dove la crisi interna stà spingendo le persone a scappar. Si parla di 5000 persone che scappano ogni giorno, 3 milioni di persone in un anno. Tante troppe senza che al momento ci sia una soluzione.

Ti può interessare anche:  Italia-Cina tra fake news e verità

Diritto di asilo a rischio e migranti al confine francese

In Italia i diritti di chi chiede protezione sono sempre più a rischio: l’accesso alla procedura di riconoscimento è spesso difficile, non sempre le condizioni di accoglienza rispettano gli standard minimi, la detenzione supera i limiti di tempo.

Di recente due rapporti evidenziano queste violazioni: uno, redatto dall’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione (Asgi), riguarda il diritto di asilo in Italia nell’ambito del progetto Aida (Asylum Information Database); l’altro, redatto da Oxfam Italia, il confine con la Francia è sempre più caldo.

Dato significativo arriva Ministero degli Interni sui Migranti e gli sbarchi:

http://www.interno.gov.it/it/sala-stampa/dati-e-statistiche/sbarchi-e-accoglienza-dei-migranti-tutti-i-dati


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *