ITALIA, NOTIZIE IN EVIDENZA, SOCIALE
Leave a comment

IL Commercio di animali

mercato degli animali
Condividi l'articolo che stai leggendo

Mercato illegali di cuccioli: una violenza disumana

DW-ITALIA.Si avvicinano le feste natalizie e proprio in questo periodo, complice il clima di festa e il desiderio di rendere felici soprattutto i più piccoli in famiglia, molte persone cominciano a considerare seriamente la possibilità di acquistare un cucciolo di cane o gatto da donare come regalo di Natale.

È questo, infatti, il momento dell’anno in cui il commercio di animali da compagnia può diventare più prolifico per i commercianti che operano in questo settore.

C’è, però, un mercato sommerso, illegale e particolarmente crudele dal quale tenersi indubbiamente lontani, se davvero si amano gli animali: è il traffico illecito dei cuccioli.

Un cucciolo, per poter essere allontanato dalla madre e venduto deve aver raggiunto la maturità necessaria per essere svezzato, per i trattamenti sanitari e le vaccinazioni previsti dalla legge italiana.

Rispettare queste regole è fondamentale per il benessere psicofisico dell’animale domestico, non solo perché sia garantito al cucciolo, che entrerà a far parte a tutti gli effetti del nucleo familiare, di vivere a lungo e in buone condizioni di salute, ma anche per evitare la spiacevole esperienza della malattia o della perdita precoce dell’amico a quattro zampe, esperienza dolorosa soprattutto per i bambini, che creano un legame speciale con il proprio animale domestico e lo considerano da subito il miglior compagno di vita e di giochi.

La frenesia del clima natalizio induce molti potenziali acquirenti a cercare la via più rapida per avere presto con sé un cucciolo o per farne dono, oltre a tentare di non spendere troppo. Internet diventa il mezzo più rapido e diffuso per la ricerca di questo tipo di acquisto, ma spesso non è il mezzo più sicuro, anzi, nasconde molte insidie ed è uno dei principali canali odierni attraverso cui la domanda incontra l’offerta, purtroppo quella del trafficante di animali da compagnia.

Ad attirare il compratore è il prezzo vantaggioso rispetto all’acquisto di determinate razze presso venditori autorizzati e in regola. Ma è un risparmio apparente: molto spesso il cucciolo non è di razza, ha problemi di salute dovuti alle pessime condizioni di trasporto o al trattamento disumano al quale è stato sottoposto strappandolo anzitempo alle cure e al calore della madre.

Purtroppo, capita che non siano solo i privati ad incrementare ingenuamente il traffico illecito di cuccioli provenienti dai Paesi dell’Est fino all’Italia, ma anche gli stessi commercianti, quelli senza scrupoli, utilizzano il mercato illegale di cuccioli per aumentare i propri profitti. Nascosti in sottofondi di furgoni o auto, o trasportati con documentazioni false, o addirittura privi di certificati che ne attestino le vaccinazioni e il pedigree, sono circa 400 mila i cani e i gatti rivenduti al mercato illegale dei cuccioli, almeno secondo gli ultimi dati della Coldiretti.

Solo una settimana fa, un trentanovenne italiano è stato arrestato dalla polizia di frontiera di Tarvisio per traffico illecito di cuccioli: quasi trenta bulldog, che hanno fatto sentire i propri guaiti alle forze di polizie che li hanno tratti in salvo, erano stipati in pessime condizioni nel bagagliaio della sua Mercedes, pronti per essere rivenduti al mercato illecito di cuccioli.

Gli acquirenti che vogliono accogliere un cucciolo in casa devono, anzitutto, riflettere attentamente sulla possibilità reale di accudire al meglio l’animale domestico, di avere il tempo e la pazienza necessarie da dedicare, oltre alla disponibilità economica per accudirlo dignitosamente, ma soprattutto per acquistarlo, poiché dietro ad un prezzo stracciato si nasconde un calvario di soprusi e maltrattamenti nei confronti di un cucciolo che ne risentirà per sempre.

Dunque, dopo aver preso la propria decisione, se davvero si è pronti a farsi stravolgere la vita da un nuovo compagno di vita a quattro zampe, fate molta attenzione ad evitare di alimentare gli affari sporchi e meschini dei trafficanti di cuccioli. Altrimenti, comprate un peluche!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *