Prosecco: il vino italiano più venduto al mondo!

Prosecco: il vino italiano più venduto al mondo!
Tempo di lettura stimato: 2 minutes

È il prosecco il vino italiano più bevuto in tutto il mondo

Dw-Roma.Capofila indiscusso delle bollicine Made in Italy, il prosecco è il vino spumante italiano più venduto al mondo. La Coldiretti, grazie ai dati Istat del primo biennio del 2019, parla di un aumento delle esportazioni del 25% con vendite di due bottiglie DOC su tre delle 466 milioni vendute nel 2018. Tra i maggiori estimatori della bollicina di origine veneta i londinesi e la Gran Bretagna in toto, che è da sempre affezionata ai vini di origine italiana. Il boom del 2019 prosegue sulla scia della candidatura delle colline del prosecco e valdobbiane nella lista del patrimonio dell’Unesco.

Il regno del prosecco

Ma dove nasce il sapore rivoluzionario del prosecco? La sua culla originaria è il Veneto, in particolare Il trevigiano, dove si produce il prosecco più famoso e riconosciuto al mondo, dal gusto fresco e dai profumi di pera e mela. Prodotto in nove province, il prosecco è nato sulle colline di Conegliano Valdobbiadene, dove ancora oggi è situata la famosa scuola enologica di Conegliano.

Profumi e sapore 100% italiani

Il prosecco nel territorio veneto ha come vitigno base il glera, che ricorda nel bicchiere i profumi di pera e dei fiori bianchi. “Il processo di produzione del Prosecco è il metodo charmat (da rifermentazione in autoclave) e prevede che il mosto fiore, estratto dalla pressatura dell’uva diraspata, venga messo in una vasca d’acciaio con l’aggiunta di lieviti selezionati, che danno il via alla fermentazione alcolica e alla creazione di anidride carbonica. Una volta terminato il processo, le fecce prodotte vengono eliminate attraverso una serie di travasi, a cui segue la stabilizzazione e l’imbottigliamento.” (FONTE Tannico) Le denominazioni sono diverse, ma tutte valide e riconosciute, citiamo tra i più prestigiosi e venduti il Valdobbiadene Superiore di Cartizze DOCG prodotto esclusivamente tra le colline di Santo Stefano, Saccol e San Pietro di Barbozza. Un vino spumante che esporta l’italianità in ogni angolo del globo.

Prosecco e l’aperitivo è servito!

Il vero protagonista del nostro aperitivo, non può proprio mancare sulla nostra tavola! Tipicamente sorseggiato all’ora dell’happy hour, è un vino versatile e, soprattutto nella sua versione Brut, può essere consumato a tutto pasto. Servito da solo e mai miscelato, il prosecco si abbina perfettamente con i sapori delicati e leggeri e con i piatti che fanno risaltare le materie prime, mantenendo profumi e sapori originali. Tra le etichette, vi consigliamo: il Prosecco Superiore Dry Millesimato “Nadin” – Foss Marai, 14€, ricco di profumi floreali, morbido e rotondo. Ancora il Prosecco Valdobbiadene Cartizze DOCG dry – Borgo Molino, 17€ circa, elegante e fruttato ed infine (ma ne troverete moltissime altre!) il Soler prodotto da Marsuret, 9€ circa, fresco, pieno, aromatico con preponderanza di mela.

Cosa state aspettando? È sempre l’ora dell’aperitivo. Cin cin!



2 Responses to "Prosecco: il vino italiano più venduto al mondo!"

  1. Pingback: Kopi Luwak: il caffè dello zibetto è tra i più rari al mondo - DailyWorker

  2. Pingback: Olimpiadi invernali 2026: lo scettro va a Milano e Cortina - DailyWorker

Leave a Reply

Your email address will not be published.