Il nuovo imperatore del Giappone è Naruhito

Il nuovo imperatore del Giappone è Naruhito

Naruhito è salito al trono

Il primo maggio è salito al trono Naruhito, figlio dell’imperatore emerito Akihito, che ha abdicato in favore del primogenito dopo essere stato in carica per trent’anni.
Naruhito, 59 anni, è quindi il nuovo imperatore del Giappone. Una nuova era è iniziata, la “Reiwa’, che significa “armonia e fortuna”.
L’uomo, il 126º imperatore giapponese, porterà avanti la lunga successione dinastica della famiglia, che regna da 14 secoli.

La cerimonia

Naruhito è diventato imperatore allo scoccare della mezzanotte del primo maggio, istante in cui è iniziata l’era Reiwa.
La mattina del primo maggio è stata celebrata, nella Camera di Pino, la Matsu-no-Ma, del Palazzo Imperiale di Tokyo, una cerimonia sobria e veloce, pochi minuti per dare omaggio al nuovo imperatore del Giappone.
Nahurito ha ricevuto i simboli del potere dell’imperatore: uno specchio, un gioiello e una spada.
Un gesto simbolico, poiché gli oggetti originali sono conservati in un luogo sconosciuto.
Nessuna corona per sua maestà, la tradizione giapponese non la prevede.
Durante la prima parte della cerimonia le donne non sono state invitate, così come previsto da secoli.

Il discorso dell’imperatore

“Lavorerò in accordo con le istituzioni e avrò sempre un pensiero per il popolo, a cui starò sempre vicino.
Mi auguro di regnare in un’era prospera, in cui il mio popolo potrà essere felice e potrà vivere pace.”
Un discorso breve, seguito anche dalla moglie di Nahurito e dalle donne più importanti del Giappone.
Un momento sobrio, quasi raccolto, ma storico.

La linea ereditaria

In Giappone vige ancora la linea ereditaria a discendenza maschile.
Il nuovo imperatore e la moglie Masako hanno una figlia, Aiko, nata nel 2001, che stando alle attuali regole non diventerà mai imperatrice.
Sarà Fumihito, il primo figlio maschio, il futuro erede al trono.

Il rito d’ingresso a Palazzo

L’imperatore Nahurito si è dunque insediato all’interno del Palazzo Imperiale e andrà a vivere insieme alla moglie e ai figli nel Palazzo Togu, al posto del padre.
Il 4 maggio sarà la volta della prima apparizione pubblica dei regnanti che si paleseranno per ben sei volte durante tutta la giornata, a partire dalle 10 del mattino.

Curiosità

Per quanto possa sembrare lontano da noi e dalle nostre tradizioni, gli imperatori sono molto amati e rispettati dal loro popolo.
Per l’abdicazione dell’85enne Akihito sono stati istituiti dieci giorni di riposo.
Molti sono stati i matrimoni celebrati proprio il primo maggio e l’occasione ha ispirato altrettanti giapponesi a dirigersi a Kamakura, per assistere all’ultimo tramonto del sole nell’era di Heisei.

Una nuova era è appena iniziata nella terra del Sol Levante, una nuova alba, un nuovo inizio.

Leave a Reply

Your email address will not be published.