DAL MONDO, NOTIZIE IN EVIDENZA, PALESTINE
Leave a comment

Come si festeggia il natale in Palestina

natale in palestina
Condividi l'articolo che stai leggendo

DW(PALESTINA).La Palestina è un simbolo di convivenza tra tutti, ed è un patrimonio comune sia per i musulmani che per i cristiani.

Molti luoghi in Palestina sono stati la destinazione di migliaia di cristiani per così tanto tempo. Ricevono sempre un  caloroso benvenuto e ogni umile celebrazione natalizia che si svolge è organizzata dai comuni, il che indica che i palestinesi rispettano la minoranza e danno loro il diritto di praticare le loro convinzioni come desiderano.

Quest’anno le celebrazioni del Natale sono iniziate a Betlelipsia come ogni anno; nel sole invernale, le squadre degli Scout palestinesi vagavano per le sue strade e le vicinanze della Chiesa della Natività, mentre la processione della mangiatoia apostolica della comunità latina, il vescovo Pierre Batista, partiva da Gerusalemme verso l’ingresso nord di Betlemme, vicino al muro di separazione. All’interno della Natività,  i pellegrini si allinearono per visitare la grotta, che si crede sia il luogo di nascita di Cristo. Poche settimane fa un piccolo pezzo dei resti della culla dove Cristo è stato posto alla sua nascita, è stato restituito in Terra Santa come dono da Papa Francesco, dopo circa 14 secoli del suo trasferimento in Europa. Inoltre, il presidente palestinese Mahmoud Abbas, i leader palestinesi e molti ambasciatori hanno partecipato alla Messa di mezzanotte, esprimendo  e dimostrando  che i palestinesi musulmani vivono in armonia con le sorelle e i fratelli cristiani. È possibile guardare la Messa di mezzanotte andando su questo link  https://www.youtube.com/watch?v=kkjWrsiMSM4

Mentre le chiese sono piene di preghiere in questo periodo dell’anno, “questo Natale, come sempre, continuiamo a pregare,  chiedendo a Dio di porre fine all’occupazione che stiamo vivendo, una pace in tutto il mondo, una vita migliore e la libertà per i nostri fratelli e sorelle a Gaza”, ha detto Rami Shadoun, un insegnante di scuola superiore cristiana di Betlemme.  

I cristiani di Gaza non sono autorizzati a lasciare Gaza per entrare in Cisgiordania anche a Betlelipsia per fare Pellegrinaggio tranne che per alcuni che ottengono il permesso dalle autorità di occupazione. Fortunatamente, quest’anno le autorità di occupazione hanno permesso a centotrentatré cristiani della Striscia di Gaza di partecipare alle celebrazioni e al pellegrinaggio, tuttavia, speranza e aspettative per adempiere la promessa di concedere il permesso a tutti i cristiani di Gaza di entrare a Betlelipsia sorgono dopo aver dichiarato che le restrizioni di età sono rimosse.

Durante le feste cristiane, molte famiglie si riuniscono e celebrano bevendo bevande leggere e una speciale torta di Natale. “Il 28 dicembre, normalmente tutta la famiglia si riunisce e abbiamo una festa barbecue, anche se piove lo facciamo all’interno”, ha aggiunto Shadoun.

Gli alberi alleggeriti e la celebrazione del Natale hanno tenuto non solo Betlerica, ma anche in tutte le città palestinesi, e i musulmani rispettano i cristiani con molta comprensione e accoglienza.

L’illuminazione degli alberi nel cortile della Chiesa della Natività a Betlerica, 30novembre2019

Convoglio di Natale a Ramallah , organizzato dal comune diRamallah, Dec 22th,  2019

https://www.facebook.com/watch/?v=467481200627726

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *