All posts filed under: DAL MONDO

racconto di un giovane palestinese

Il racconto di un giovane palestinese

DW(PALESTINA).La categoria giovanile è il gruppo più influente della società palestinese e costituisce l’unica risorsa e investimento reale per il popolo palestinese. La percentuale di giovani palestinesi della fascia di età (15-29 anni) rappresenta il 30% della popolazione totale stimata a 4,82 milioni, e nonostante questa grande percentuale, i giovani soffrono di politica, economica, sociale, culturale, educativa e familiare Sfide. Quando i giovani sanno di essere la speranza e l’unica forza potenziale nella loro comunità, cercano di investire in se stessi e di trovare i loro modi per costruire un futuro. “Quando mi sono laureato all’Industrial College, sono andato molte volte in una delle più grandi pentole e fornelli elettrici della mia città, chiedendo un’opportunità di lavoro. Il proprietario della fabbrica ha rifiutato questo, con pretesti”, ha detto Abdul Latif, un giovane di 25 anni, dal campo di Jabalia nella striscia di Gaza. Poiché il tasso di disoccupazione ha raggiunto il 30,8% nel corso dell’anno 2018 e il tasso di disoccupazione più elevato si è concentrato tra i giovani nella fascia di età 15-24 anni …

israel

Conflitto israelo-palestinese

DW(PALESTINA).L’accordo del secolo, o il piano di pace, è messo in piedi dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump per porre fine al conflitto israelo-palestinese. Il piano riconosce principalmente Gerusalemme come capitale di Israele e pone fine ai diritti dei rifugiati palestinesi al di fuori della   Palestina. Il 28 gennaio 2020, ilpresidente degli Stati Uniti Donald Trump ha pubblicato  una mappa sul suo account Twitter che mostra i confini dello stato Palestiniano nel suo piano. Commentando la mappa, Trump ha detto: “Questo è ciò che potrebbe essere il futuro stato della Palestina con una capitale in alcune parti di Gerusalemme Est”. Il piano di Trump offre ai palestinesi un futuro stato di Palestina, che non sarà stabilito fino a quattro anni dopo  l’attuazione del piano,elo stato di Palestina saràsmilitarizzato (senza forze armate). Lo Stato palestinese è apparso sulla mappa, secondo l’accordo americano, con confini non collegati, che sono parti sparse collegate da ponti e tunnel. Collega lo stato palestinese, secondo la mappa di Trump, e i confini della Giordania con due strade che attraversano Israele, …

Tunisian TV, the frenzy of journalists and poor productivity

DW(Tunisi).Old TV in Tunisia, its first and second channels, Alzheimer, the media, lives.Yes, this is possible, but it has become certain, so how today in 2020 we find from the parent institution of the audio-visual media, in which distinguished colleagues, journalists, live in a state of frustration and sometimes chaos …These days, especially after broadcasting and broadcasting a dialogue with His Excellency the President of the Republic, many journalists have expressed their dissatisfaction and anger over the appointments and the way to choose for the interlocutors, but some of them were not aware of the event, and this is for my life the internal situation only increases congestion among colleagues.A group of honest bloggers wrote the following for us”A real battle led by honorable male and female journalists on national television against gangs of Al-Watad unions, which have been crushing the media for sixty years, especially after the scandalous dialogue with the President of the Republic … We are required to support them even … We are honorable bloggers who do not leave those who …

cinema in campo profughi in palestina

Campo cinematografico nel campo profughi in Palestina

DW(PALESTINA).Il  cinema del campo aiuta i bambini a sottrarsi anche se per poche ore dal panico della guerra, al campo profughi di Nuseirat, in Palestina. Davanti a un grande schermo nel campo profughi palestinese di Nusseirat,  le risate dei bambini crescono e i sorrisi risplendono sulla loro vita mentre guardano un film dei cartoni animati, il progetto di camp cinema è preparato con semplici attrezzature costituite da uno schermo bianco, un computer, altoparlanti e una serie di sedie di plastica, si apre di notte per  salutare  il suo pubblico di genitori e  bambini. In mezzo alla strada, “Jabr Thabet”, l’uomo di 30 anni,  il coordinatore dell’iniziativa del campo cinematografico, è con ansia i bambini come ogni spettacolo cinematografico. Inizia, “ogni bambino prende il suo posto e le sedie sono rapidamente riempite, e prima di iniziare lo spettacolo    il mio partner “Fida Al-Lidawi”  cerca di fare  conversazioni con uomini e bambini e  farli  ridere  quanto noi  può”, ha detto Thabet.   E  all’inizio dello  spettacolo,molti dei partecipanti  potrebbero non trovare un posto a sedere per sedersi, così …

Attacco a Gaza

Attacco a Gaza, storie di una normalità che stenta ad arrivare

Attiah  Nabahi, un ragazzo di 14 anni che è stato colpito e che è diventato completamente disabilitato durante l’ultimo attacco DW(PALESTINE).”Voglio condividere un messaggio al mondo. Non riesco a muovermi, quindi, sto usando un letto elettrico. Non mi è permesso mangiare sdraiato, quindi uso il letto per aiutarmi a sedermi, ho anche una sedia elettrica che mi siedo e la mia famiglia usa per farmi uscire dalla stanza e fare un tour nel quartiere, ma l’elettricità non è disponibile tutto il tempo e non posso caricare la mia sedia né il mio letto”, ha detto Attiah  Nabahi, un ragazzo di 14 anni che è stato colpito e che è diventato completamente disabilitato durante l’ultimo attacco a Gaza. Attiah Nabahi, un ragazzo di 14 anni di Gaza che è stato colpito, è completamente disabile durante l’ultimo attacco a Gaza, ed è stato colpito dal taglio dell’elettricità in corso.   Nella striscia di Gaza più di due milioni di persone vivono quotidianamente con carenza di elettricità e le persone vivono letteralmente al buio in ogni singola parola. …

Il Taboun palestinese

Il Taboun palestinese

DW(PALESTINE).Taboun o il forno a argilla è considerato una delle icone più importanti del patrimonio palestinese e ancora utilizzato in molte case, soprattutto in campagna dove il pane fatto e conosciuto per il suo gusto delizioso. Qual è la costruzione di Taboun e come è costruito? Taboun è principalmente una piccola stanza con un soffitto basso che contiene un camino, e ha un piccolo ingresso per mantenere il calore all’interno; il camino stesso è anche chiamato una ‘casa del pane’ o ‘una casa della vita’. Taboun è sepolto nel terreno, o può essere spostato da un luogo all’altro, ed è fatto di argilla gialla mescolato con fieno con un diametro compreso tra 80-100 cm e una profondità di circa 40 cm, mentre il foro al centro ha un diametro compreso tra 40-50 cm, e l’intera copertura è fatta di ferro, e il fondo del Taboun è coperto di pietre di basalto nero, che sono piccole, rotonde e separate l’una dall’altra, chiamate ”pietre tender o Radif’,lo scopo di queste pietre è quello diaumentare il calore e …

proteste in iran

Proteste in Iran contro il regime, la crisi con gli Usa non si placa

Donald Trump su Twitter cavalca l’ondata di rivolta dei manifestanti iraniani, timida l’apertura a negoziati DW(ITALIA).Ammissione di colpevolezza da parte delle autorità iraniane per la tragedia dell’aereo caduto all’alba dell’8 gennaio. Una miccia che ha innescato le proteste di questi giorni a Teheran e in altre piazze iraniane da parte di studenti e di oppositori al regime che chiedono chiarezza e le dimissioni del leader della Repubblica islamica Ali Khamenei. Le manifestazioni sono iniziate sabato, poche ore dopo la comunicazione ufficiale da parte delle autorità iraniane sulla vera causa del disastro aereo: il Boeign 737 dell’Ukraine International Airlines è stato scambiato per un caccia statunitense ed è stato abbattuto su decisione di un ufficiale che, non ricevendo risposta dai suoi superiori, ha commesso l’errore di attivare un missile antiaereo. Errore imputabile a un clima di forte tensione tra Iran e Usa, specie all’indomani dell’attacco missilistico contro le basi statunitensi di Baghdad in risposta all’uccisione del generale iraniano Soleimani. Tuttavia, l’ammissione di colpevolezza è arrivata solo dopo tre giorni dal disastro aereo che ha portato alla …

insediamenti israeliani

Insediamenti israeliani in Palestina

DW(PALESTINA).Una delle principali cause del conflitto tra Israele e i palestinesi sono gli insediamenti israeliani in terra palestinese, come la Cisgiordania e Gerusalemme Est. Dove si trovano gli insediamenti? Secondo l’organizzazione israeliana “Peace Now“, che controlla l’attività di insediamento, ci sono 132 insediamenti e 113 avamposti, che sono insediamenti costruiti senza permesso ufficiale, in Cisgiordania. L’organizzazione dice che più di 413 mila coloni israeliani vivono lì, e il numero aumenta ogni anno. Aggiunge inoltre che ci sono 13 insediamenti a Gerusalemme Est, abitati da circa 215.000 coloni. Gli insediamenti sono illegali ai sensi del diritto internazionale? Sulla base della Quarta Convenzione di Ginevra del 1949, che vieta al potere occupante di trasferire i suoi cittadini alle terre che occupa, Molti della comunità internazionale, tra cui le Nazioni Unite e la Corte internazionale di giustizia,  ritiene che non sia legale per Israele . Gli Stati Uniti erano parte di questo consenso internazionale, e  indicava che questi insediamenti sono  “illegali”,  tuttavia,  ha cambiato la sua posizione alla fine del 2019, quando il  Segretario di Stato degli Stati …

Redhwan Al-Sharif

Interview with Redhwan Al-Sharif

Yemeni journalist Redhwan Al-Sharif: “Trapped in my country for my profession” by Anna Lisa Maugeri DW(ITALIA).Being a journalist is a mission in some areas of the world more than in others. When writing reality means opposing an army or a regime, every article, every reportage, every word is tantamount to risking one’s freedom or even one’s life. In the case of Redhwan Al-Sharif, the words used as a means of telling reality are on the one hand the cause that made him prisoner in his country, and on the other the ransom, the escape from that cage thanks also to the world of web and online newspapers that those words have accepted. I had the great privilege of working with Redhwan Al-Sharif; read the dramatic reality that Yemen is experiencing and facing today through his writings, I asked myself a question: why do most western media not deal enough with this massacre? Redhwan Al-Sharif was present in Italy through the pages of the Daily Worker, for whom he collaborated in the demonstration of professionalism and …

iran usa

Uccisione Soleimani, i rischi di una guerra sempre più vicina

Dopo pochi giorni dall’assassinio del generale iraniano si susseguono minacce di attacchi tra Iran e Usa di Erika Becchi DW(ITALIA).Lo scenario che si sta prospettando pochi giorni dopo l’uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani è apocalittico, almeno a parole e rischia di diventarlo anche nei fatti. Gli equilibri internazionali sono estremamente a rischio, non solo nel rapporto ormai inevitabilmente incrinato tra Iran e Stati Uniti, ma anche tra altri Paesi del Medio Oriente, come Libano e Iraq e le potenze statunitensi ed europee sono a rischio. Tutto il mondo è con il fiato sospeso: ci si aspetta una controffensiva massiccia da parte dell’Iran per vendicare la morte del loro leader, un generale rispettato e ammirato, la cui veglia funebre sta passando per ben tre città prima di arrivare al luogo della sepoltura. Dopo essere stato ucciso in un raid americano all’areporto di Baghdad, il feretro del generale Soleimani è stato trasportato nella città santa di Mashhad, in Iran, dove è stato accolto da una piazza colma di centinaia di migliaia di persone che gli hanno …