DAL MONDO, UK
Leave a comment

Il Primo Ministro Johnson può rimodellare una nazione in soli cinque anni?

johnson
Condividi l'articolo che stai leggendo

DW(UK).Da quando è stato riportato in carica alle elezioni del Regno Unito il 12 dicembre, il primo ministro Boris Johnson ha voluto stabilire le sue credenziali come primo ministro veramente radicale che istituirà un programma che occuperà pienamente il suo governo per i prossimi cinque anni e forse attraverso il prossimo parlamento, rendendolo un programma di dieci anni completo.

Come da tradizione, il suo programma legislativo per il parlamento è stato stabilito da Sua Maestà la Regina Elisabetta nel suo discorso del 19 dicembre.

Come ci si aspettava, la regina informò entrambe le camere del Parlamento che la priorità del governo sarebbe stata:

consegnare l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea il 31 gennaio…. [e cercare una futura relazione con l’Unione europea basata su un accordo di libero scambio a vantaggio di tutto il Regno Unito.”

Il Primo Ministro Johnson è stato eletto con il mandato di “ottenere la Brexit fatto” quindi non sorprende che questo sia il primo all’ordine del giorno per il nuovo governo. È quando guardiamo oltre la Brexit che il programma legislativo proposto diventa intrigante.

Nel suo discorso, la regina ha stabilito un impegno legale per un “accordo di finanziamento pluriennale”  per il Servizio Sanitario Nazionale gestito dallo Stato. Insieme a un programma di ingresso “fast track” nel Regno Unito per le professioni sanitarie qualificate dopo la Brexit.

Lontano dal servizio nazionale, il Primo Ministro propone un forte pacchetto di misure per sostenere i meno acpromettori della società, ha promesso di “portare avanti misure a sostegno delle famiglie che lavorano, aumentando la soglia di assicurazione nazionale e aumentando il salario nazionale di vita. Garantire che ogni bambino abbia accesso a un’istruzione di alta qualità [e per] aumentare i livelli di finanziamento per alunno in ogni scuola”.

Per gli inquilini saranno introdotte nuove misure per proteggerli e “migliorare la sicurezza degli edifici”. Per coloro che aspirano a possedere le proprie case, il “governo adotterà misure per sostenere la proprietà della casa, anche mettendo le case disponibili con uno sconto per gli acquirenti locali per la prima volta”.

Un aspetto del discorso che è stato particolarmente evidente è stato l’impegno del Primo Ministro a governare a nome di tutta la nazione. Johnson è ben consapevole di aver ottenuto la sua vittoria elettorale guadagnando la fiducia di coloro che in tutto il nord del paese non sarebbero normalmente suoi sostenitori naturali. Includendo:

“misure per garantire che ogni parte del Regno Unito possa prosperare.” e e

“Prioritis investire in infrastrutture e ricerca scientifica leader a livello mondiale e competenze, al fine di liberare la produttività e migliorare la vita quotidiana per le comunità in tutto il paese. [E per] dare alle comunità un maggiore controllo su come vengono spesi gli investimenti in modo che possano decidere cosa è meglio per loro”.

Spera di mantenere la lealtà degli elettori in tutta la nazione.

La vera domanda ora è quanto di questo programma è consegnabile? Il Primo Ministro ha un’ampia maggioranza e dovrebbe essere in grado di approvare qualsiasi legislazione desideri, ma la legislazione da sola non può cambiare comunità. Per generazioni, il nord del paese si è sentito lasciato indietro rispetto al prospero sud-est. Ci sono al massimo solo cinque anni prima delle prossime elezioni. Solo il tempo dirà se le proposte dei Primi Ministri per rivitalizzare le parti depresse del paese possono progredire abbastanza rapidamente da convincere gli elettori a riportarlo in carica alle prossime elezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *