All posts filed under: SOCIALE

lebbra

La lebbra esiste ancora

Giornata mondiale dei malati di lebbra DW(ITALIA).Molte persone pensano che la lebbra non esista più. Non c è pensiero più sbagliato, purtroppo esiste ancora e domenica si celebra la giornata mondiale dei malati di lebbra. I dati sono allarmanti, ogni anno sono 200mila i casi accertati, Centoquarantatre i Paesi del mondo in cui oggi è presente la malattia; nel nostro Paese si diagnosticano dai 6 ai 9 nuovi casi che si presentano come patologia di importazione. Cos’è La lebbra è una malattia infettiva cronica, originata da un micobatterio simile a quello della tubercolosi, che colpisce la pelle e il sistema nervoso periferico. La malattia può essere trattata  con una semplice terapia domestica e, presa in tempo e con un adeguato trattamento farmacologico, viene facilmente sconfitta senza l’incorrere delle famose cicatrici del morbo di Hansen. Nonostante tutto questo i casi di persone colpite da questa malattia aumentano mentre invece diminuisce l’attenzione dell’opinione pubblica sull’argomento. Paesi più colpiti Il paese più colpito è quello Africano seguito dall’India e dall’America Latina  con Argentina e Brasile al comando. Significativo è un …

allarme social

Allarme social in Italia? La nuova app che fa paura

Tik Tok, questo è il nome della nuova applicazione che fa impazzire gli adolescenti e che sta spopolando anche in Italia. Ciò che spaventa? L’età minima di iscrizione e il fatto che sia frequentato da bambini della scuola elementare DW(ITALIA). Come annunciato poc’anzi, Tik Tok è il nome della nuova App, o per meglio dire, del nuovo social di origine cinese che sta dilagando tra i giovanissimi. Questa nuova piattaforma è, difatti, giunta anche in Italia e l’età minima richiesta per l’iscrizione è fissata a 13 anni. Un fattore che, già di per sé, dovrebbe far temere il peggio al quale si congiunge il fatto che sia molto frequentato anche da bambini frequentanti le scuole elementari. Una notizia che appare, sin da subito, allarmante e che, in realtà, dovrebbe far suonare, in particolar modo, i campanellini d’allarme ai genitori dei minorenni. Difatti, appare doveroso sottolineare la condizione in cui versano migliaia di adolescenti e ragazzi che, spesso e volentieri, vengono abbandonati dai parenti più stretti, noncuranti di ciò in cui potrebbero incappare. È ben noto …

antisemitismo

Anti-semitismo e anti-sionismo: le facce della stessa medaglia

DW(ITALIA). Pochi giorni ci separano dal Giorno della Memoria, molti si cimenteranno in discorsi che rammenteranno la Shoah, l’orrore del Nazismo, dei campi di sterminio, delle deportazioni, e si dichiareranno contrari all’odio, all’anti-semitismo, per poi dimenticarsene a fine giornata. In molti casi, i soloni del Giorno della Memoria, non saranno anti-semiti, ma solo anti-sionisti: mai così tanta ipocrisia si palesa in un’unica frase. Cerchiamo quindi di gettare una luce sul Sionismo. Il concetto di sionismo è fondamentalmente semplice, chiaro, facile da definire e da comprendere anche se volutamente negli ultimi decenni si è fatto di tutto per renderlo confuso, complesso, nonché dargli una valenza negativa. Se l’estrema destra lo utilizza per “addolcire” le posizioni di alcuni nostalgici, la sinistra, asservita prima al PCUS ed ora a coloro che dell’ anti-semitismo  e  dell’anti-sionismo ne fanno una ragion di vita, vede nel Sionismo un’entità che va neutralizzata, soprattutto in ambienti avversi allo Stato di Israele, ed agli ebrei, assumendo posizioni faziose che attraverso organi di propaganda tendono manovrare l’opinione pubblica dirottandola verso il pensiero che per risolvere …

pedopornografia in italia

Pedopornografia in Italia, dato agghiacciante

La percentuale di utenti indagati nel giro di un anno è surreale, a rivelarlo ci ha pensato la Polizia Postale DW(ITALIA).L’illecita attività della pedopornografia in Italia ha raggiunto livelli inimmaginabili. Una triste realtà che viene accompagnata da dati certi forniti dalla Polizia Postale, la quale ha trasmesso il numero di indagati nel giro di un solo anno. Non bastano, di certo, le segnalazioni pervenute agli organi competenti a far cessare e, al contempo, contrastare i reati relativi alla detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico, ai quali si coadiuva anche il reato di violenza sessuale perpetrato nei confronti di minorenni. I mostri in questione hanno abusato sessualmente (e non solo) di bambini d’ogni età (persino neonati) che, ingenuamente, si sono fidati di questi esseri orripilanti e ripugnanti. È altrettanto rivoltante, oltre che agghiacciante, venire a conoscenza di quello che accade nel mondo e, nello specifico, in Italia ove si pensa che, in un Paese così “evoluto”, tali vicissitudini non dovrebbero mai verificarsi. Invece, le documentazioni, le diapositive e, soprattutto, i fattori resi pubblici dalla Polizia Postale …

haiti 10 anni dopo

Haiti 10 anni dopo, la situazione oggi

L’anniversario, cosa accadde, i soccorsi e la situazione attuale. DW(ITALIA).Haiti dieci anni dopo. Gli anniversari alle volte fanno male, li senti in inspiegabili dolori nel tuo corpo, un disagio generale che continui a provare a scuotere finché non ti rendi conto: sì, è quel periodo dell’anno, ancora. Il 12 gennaio del 2010 Haiti viene colpita da un terremoto di magnitudo 7.0, 230.000 morti, 300.000 feriti, 1 milione di sfollati. Port-au-Prince e le aree circostanti sono le più colpite. Interi quartieri della capitale distrutti. La distruzione non risparmia neppure il Palazzo nazionale di Haiti, residenza ufficiale del presidente della Repubblica, la sede dell’Assemblea nazionale e la cattedrale di Port-au-Prince. Le principali strutture, tra cui la torre di controllo dell’aeroporto internazionale Toussaint Louverture, sono ridotte ad un cumulo di macerie rendendo ancora più difficili i soccorsi e la distribuzione degli aiuti umanitari. Distrutto anche il quartier generale della missione di pace delle Nazioni Unite sull’isola (Minustah) e la maggior parte del personale disperso. La macchina dei soccorsi Immediati furono i soccorsi a livello internazionale, arrivano sull’ isola aerei …

ilva taranto

Ilva Taranto, la stampa tace e punta il dito contro i tarantini

Mentre s’alternano e si sfiorano le tragedie, nelle case dei tarantini si adagiano le polveri dei minerali e, intanto, la stampa cela l’orrore. Di Eleonora Boccuni DW(ITALIA). L’omertà rende vile l’uomo, un’abominevole reticenza che diviene ancor più riprovevole nel momento in cui i mezzi di informazione celano le notizie importanti e tentano di tergiversare sui temi caldi del momento. Parliamo di ingenti problematiche che si congiungono a ciò che concerne la salute e le emissioni inquinanti in tutto il territorio, le quali comportano e divengono le principali cause dell’origine di malattie mortali. Non parliamo di fantascienza, bensì di una tristissima, amara e crudele realtà che da diversi anni (troppi) fronteggiano quotidianamente i tarantini. È chiaro che parliamo del maggior complesso industriale della lavorazione dell’acciaio, ovvero: l’impianto siderurgico conosciuto come Ilva. All’interno dello stabilimento centenario hanno perso la vita diversi operai che, pur di lavorare e mantenere la propria famiglia, ha rischiato la propria vita pur consapevole del fatto di essere perennemente in contatto con un’elevata percentuale di polveri sottili (e non solo) che hanno creato …

Omicidio Beppe Alfano: una verità attesa da 27 anni

In ricordo di Beppe Alfano, giornalista assassinato dalla mafia Di Anna Lisa Maugeri DW(ITALIA).L’8 gennaio del 1993 moriva a soli 47 anni Beppe Alfano per mano di Cosa Nostra, ucciso da tre proiettili sparati da un revolver calibro 22 mentre si trovava dentro la sua auto, una Renault 9, in sosta sotto la sua abitazione in via Marconi a Barcellona Pozzo di Gotto, nel messinese. Un omicidio ancora oggi senza verità e giustizia, pregno di misteri, fra depistaggi e richieste di archiviazione. Come spesso accade, le prime voci dopo il delitto davano come possibili moventi quello passionale, che non manca mai, oltre a quello dei debiti di gioco. Una parte della città negò per molto tempo l’esistenza di una mafia ben radicata, preferendo sostenere la tesi di un assassinio che avesse a che fare con avance inappropriate da parte del professore Alfano verso qualche giovane studentessa, un disonore lavato col sangue e che macchiava l’integrità morale di un uomo giusto. Tutto sarebbe stato plausibile per una città che non voleva vedere, non voleva sapere, tutto …

antisemitismo

Antisemitismo i fatti che vengono denunciati

di Gian Giacomo William Faillace DW(ITALIA).E’ ormai da un po’ di tempo che si susseguono sui mass-media e sui social network, notizie che denunciano fatti di antisemitismo che avvengono in Italia ed ora anche negli U.S.A. e sempre con l’approssimarsi di nuove elezioni in cui è data per scontata la sconfitta dei partiti che rappresentano la sinistra. Il problema non è un ritorno del Fascismo, che è un’ideologia ormai anacronistica e morta definitivamente a Dongo ed ogni sua eventuale rinascita sarebbe solo una parodia della dottrina, costola del P.S.I., del secolo scorso. Il vero pericolo in realtà è preconfezionato da coloro che dell’antisemitismo hanno fatto la loro missione di vita ma che serve a spaventare e a fare in modo che il popolo si schieri contro gli avversari politici dei veri antisemiti. In Europa, l’antisemitismo, dalla Seconda Guerra Mondiale, non è mai realmente morto, c’è sempre stato, ha latitato e i maggiori antisemiti sono stati, e sono, quelli cha oggi si ergono a paladini della lotta all’antisemitismo, e coloro che hanno queste origini, puntualmente, ci …

Presepi particolari, tradizione italiana tutta da scoprire

DW(ITALIA).Il presepe è una tradizione tipicamente italiana. Nel nostro Paese non è Natale senza il presepe. Il primo presepe risale al 1223, quando San Francesco d’Assisi, di ritorno da un pellegrinaggio in Terra Santa, decise di rendere omaggio all’importante momento della nascita di Gesù all’eremo di Greccio, nel Lazio. Questo luogo, secondo il santo, somigliava molto a Betlemme. Così pose un altare sopra alla mangiatoia, si fece portare della paglia, un asino e un bue e celebrò l’Eucarestia. L’Italia è un Paese di artisti e tradizioni secolari. In ogni regione italiana si possono trovare modi diversi di creare il presepe e molti sono i materiali per costruirlo: legno, sabbia, ghiaccio e acqua per creare presepi artistici come solo in Italia possono essere realizzati. Molto diffusi sono anche i presepi viventi. Partendo dalla rappresentazione teatrale, altro ambito in cui l’Italia vanta una lunga tradizione, vengono allestiti nei borghi di tutta Italia i presepi viventi, che grazie alla partecipazione dei raffiguranti e di atmosfere suggestive, riportano in vita la Natività. Presepi di legno, arte e fascino con …

Martin Hutchinson

Martin Hutchinson e il suo cane Starsky le parole di un uomo che ama la natura e il mondo

I suoi video mostrano i segni catastrofici dell’attività svolta dall’uomo, d’altro canto i suoi occhi denunciano quest’illecita criminalità in compagnia del suo fedelissimo compagno, Starsky. DW(ITALIA).Correva l’anno 2006 e Martin Hutchinson iniziò il suo percorso intorno al mondo per denunciare i crimini fatti contro la natura. L’ex vigile del fuoco di Machester con grande dedizione e impegno ha iniziato a perseguire questo suo obiettivo in maniera esemplare. Nel corso degli anni ha avuto l’opportunità di visitare ogni zona del nostro pianeta, documentando lo scempio che si presentava dinanzi ai suoi occhi. Le sue gambe hanno viaggiato per 34mila chilometri in America Latina e oltre 17mila in Europa con un solo obiettivo: difendere la cura dell’ambiente. La sua avventura ha avuto origine in Messico e, da quel momento, non si è più fermato. Ogni suo passaggio è testimoniato mediante la condivisione di molteplici video presenti sulla sua pagina social con l’intento e la speranza che questo tipo di “denuncia pubblica” possa, in qualche modo, risvegliare le coscienze, il buon senso e gli animi di tutti. Purtroppo, …