All posts tagged: 23 maggio 1992

Giovanni Falcone: le sue idee camminano sulle nostre gambe

Dw-Roma. Era di sabato. Alle 17.58 Totò Riina compiva la strage pianificata per uccidere Giovanni Falcone, lo faceva attraverso le mani di Giovanni Brusca che azionava l’esplosione: cinque quintali di tritolo piazzati nel tunnel sotto l’autostrada, al chilometro 5 della A29, nei pressi dello svincolo di Capaci-Isola delle Femmine. Il giudice Giovanni Falcone muore nell’ospedale Civico di Palermo poche ore dopo, a causa delle emorragie interne. Anche la moglie Francesca Morvillo, che era seduta in auto al suo fianco, perde la vita. Uccisi nell’attentato Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani, gli agenti della scorta di Giovanni Falcone, che precedevano il giudice su un’altra auto, la prima investita in pieno dall’esplosione. Io me lo ricordo. Ero solo una bambina, 9 anni di allora, troppo diversi da quelli di oggi: giocare all’aria aperta, niente smartphone, qualche cartone alla televisione, quando ancora li trasmettevano solo in alcune fasce orarie, poi dovevi staccarti per forza dallo schermo e inventarti qualcosa da fare. Stava per finire la scuola, anzi, la si poteva considerare conclusa. Non era il maggio di …