Taranto,Francesco Vaccaro il guerriero col sorriso

Taranto,Francesco Vaccaro il guerriero col sorriso
Tempo di lettura stimato: 2 minutes

Francesco Vaccaro vittima di una malattia rara

Dw-Roma. Taranto miete un’altra vittima: Francesco Vaccaro, il ragazzo del rione tamburi costretto in quasi tutta la sua vita a lottare contro una malattia rara.

Un bollettino di guerra: 21 mila casi in Puglia di tumore, 11840 fra i maschi e 9577 fra le femmine. Questo è il dato del registro tumori pugliese digitalizzato. Nella città dell’Ilva si segnalano le incidenze di tumore superiori alla media regionale.

Francesco è una vittima di questa malattia, un guerriero perchè ha sempre lottato col sorriso sulle labbra. Nel suo profilo facebook pochi giorni fa scriveva:

“Che nessun bambino di Taranto subisca ciò che vivo io per questo chiudete l’area a caldo Mittal, non è più possibile vivere cosi.”

Francesco, Ciccio per gli amici, all’età di 6 anni ha subito il primo colpo basso della vita. Una normale influenza che si protraeva per giorni ha fatto scattare il primo campanello d’allarme, confermato poi dal responso medico: Anemia emolitica autoimmune.

Da quel giorno è cominciato il calvario tra i vari ospedali d’Italia. A distanza di anni, gli viene asportata la milza nel vano tentativo di mantenere le piastrine sotto controllo.

Un anno fa l’ ennesima mazzata. Le scale di casa al secondo piano diventano sempre più difficili da affrontare. Il responso è durissimo: insufficienza di ossigenazione nel sangue. Condannato a vivere 24 su 24 con un sondino che lo tiene legato al bombolone di ossigeno. Una vita di sacrifici, ma sempre combattendo, scriveva ‘MAI ARRENDERSI’. E non si è mai arreso, fino alla fine. Ieri si sono svolti i funerali di Francesco.

Un altro angelo è volato in cielo. Ci lascia la sua forza e sopratutto quel sorridere anche quando le difficoltà sono tante.

Ma quanto ancora la città di Taranto e la sua gente dovrà subire questo? Quanti morti ancora prima che lo Stato e le Istituzioni si accorgano che così non si può più andare avanti? Purtroppo a nulla sono valse le tante fiaccolate e le proteste che la gente di Taranto ha fatto. Gli interessi economici continuano a prevalere sulla vita della povera gente.

Leave a Reply

Your email address will not be published.